Gli amori di Suzanna Andler, dal 21 aprile in sala l’esordio come regista di Charlotte Gainsbourg

Gli amori di Suzanna Andler, dal 21 aprile in sala l’esordio come regista di Charlotte Gainsbourg

Attrice, cantante e ora anche regista,

artista eclettica e provocatoria di fama internazionale

 

CHARLOTTE GAINSBOURG

 

Dal 21 aprile nelle sale italiane

 

“GLI AMORI DI SUZANNA ANDLER”

Un film di Benoit Jacquot

tratto dall’omonima pièce di Marguerite Duras

e presentato in anteprima al Torino Film Festival 2021

 

GUARDA IL TRAILER UFFICIALE: https://www.youtube.com/watch?v=xWgq8BHLA0I&t=3s   

 

 

Domenica 17 APRILE in anteprima

al Cinema Quattro Fontane di ROMA

 

Martedì 19 APRILE in anteprima

al Cinema Centrale Arthouse di TORINO

 

 

 

 

Dal 21 aprile nei cinema “GLI AMORI DI SUZANNA ANDLER” il nuovo film con CHARLOTTE GAINSBOURG per la regia di Benoit Jacquot, distribuito in Italia da Wanted Cinema.

 

Domenica 17 aprile alle ore 11.00 il film verrà presentato in anteprima al Cinema Quattro Fontane di Roma mentre martedì 19 aprile al Cinema Centrale Arthouse di Torino.  

Tratto dall’omonima pièce di Marguerite Duras, “Gli amori di Suzanna Andler” vede la Gainsbourg nel ruolo di protagonista: una donna dell’alta borghesia, ricca, oziosa, stretta tra doveri coniugali e desiderio. Il film, che sarà nelle sale dal 21 aprile, è stato girato in una villa sulla Costa Azzurra.

Questo il trailer ufficiale del film: https://www.youtube.com/watch?v=xWgq8BHLA0I&t=3s    

«Devo molto a Marguerite Duras. La prima volta che ho suonato il suo campanello, nel 1972, avevo poco più di vent’anni e ed ero già consapevole di voler lavorare nel mondo del cinema. Ho passato tutto il mio tempo a fantasticare su film improbabili mentre mi guadagnavo da vivere come assistente di una serie di registi. Era più o meno interessante, spesso divertente, e so che era utile soprattutto a distrarmi da quello che volevo veramente – dichiara Benoit Jacquot – Il testo di Suzanna Andler fu pubblicato nel maggio 1968 e ha debuttato alla fine del 1969 a Parigi, con Marguerite Duras. L’idea di fare un film basato su Marguerita Duras è nata dopo una conversazione tra noi, nel 1994, durante la quale le ho promesso che avrei fatto un film su Suzanna Andler. Di recente, poco dopo la sua morte, un amico in comune mi ha ricordato di questa promessa ed è ciò che mi fa andare avanti oggi»

Radio Montecarlo è radio partner del film.

Attesissimo anche “Jane by Charlotte”, primo lavoro da regista di Charlotte Gainsbourg, in uscita il 16 giugno: un lungometraggio in cui viene raccontata Jane Birkin come non è mai stato fatto prima, proprio perché lo storytelling è veicolato dalla figlia; un progetto nato come “una scusa per avvicinarmi a lei, per guardarla, per prendermi del tempo con lei” come racconta la stessa Charlotte. Un docufilm in cui le due donne si aprono sulle loro ansie, i sensi di colpa e l’amore reciproco.

 

Charlotte è protagonista anche di “Les passagers de la nuit”, l’atteso film di Mikhaël Hers presentato al Festival di Berlino 2022 che racconta la storia di una famiglia francese attraverso gli anni 80 e che arriverà in Italia entro fine anno distribuito da Wanted Cinema.

(Visited 3 times, 3 visits today)