I giorni della Merla, presagio ai cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento da gas serra

I giorni della Merla, presagio ai cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento da gas serra

Le alterazioni genetiche alla base delle aberrazioni cromatiche negli uccelli, l’albinismo è un difetto genetico che prevede la completa assenza di un enzima, la tirosinasi. Un Merlo che ha penne alcune bianche ed alcune nere non è quindi un parziale albino, ma un parziale leucistico: il leucismo è un difetto di fissazione dei pigmenti nelle penne e può essere generalizzato o parziale. L’albino prevede poi sempre anche assenza di pigmenti negli occhi e nelle parti nude, che risultano bianche o chiare,  mentre il leucismo è un difetto limitato al piumaggio.  Van Grouw H., 2006: Not every white bird is an albino: sense and nonsense about colour aberrations in birds. Dutch Birding, 28: 78-89. tratto da quaderni di birdwatching- anno VIII volume 16 ottobre 2006

29/30/31 sono gli  ultimi tre giorni del mese di gennaio, quelli notoriamente più freddi di tutto l’anno, chiamati “Giorni della Merla” che hanno da sempre alimentato innumerevoli leggende e storielle. Una sorta di cartina di tornasole, dato che, in base a come si presenta il tempo, gli esperti di un tempo  traevano indicazioni su come sarebbe stato il clima dell’anno. Probabilmente gli esperti di allora non sapevano ancora  che “ l’effetto serra”  a qui tempi sconosciuto , avrebbe provocato enormi cambiamenti  climatici .Con ciò non significa che la storiella della merla non fosse un storiella tanto frivola e senza significato poiché la merla bianca esiste tutt’ora  e come. Poi , che per effetto dei fumi caldi e carboniosi del camino la facciano diventare nera , rimane solo nella favola, una gran bella favola, ma pur solo favola.

Alvaro Dellera

(Visited 158 times, 22 visits today)