Il cremasco Alessandro Plizzari è rientrato al Milan. Sarà lui il terzo portiere rossonero? Sembra di sì, ma forse meriterebbe di giocare con maggior continuità

Il cremasco Alessandro Plizzari è rientrato al Milan. Sarà lui il terzo portiere rossonero? Sembra di sì, ma forse meriterebbe di giocare con maggior continuità

Il calciomercato estivo è entrato nel vivo, il Milan ha già risolto la questione portieri per la stagione 2021-2022 dopo l’uscita di scena, per scadenza di contratto, del fuoriclasse Donnarumma approdato, al Psg poiché la Juventus ha preferito investire in altri ruoli. Il titolare della porta rossonerà sarà quindi  il francese Mike Maignan, prelevato dal Lille. Il suo secondo sarà il rumeno Ciprian Tatarusanu, confermato. E, come terzo portiere, rientrerà Alessandro Plizzari, estremo difensore cremasco.

Plizzari dopo varie esperienze in giro per l’Italia all’estero avrà dunque un’opportunità nel Milan: una scelta quasi obbligata, dopo l’addio dei fratelli Gigio ed Antonio Donnarumma, ed utile per la compilazione delle liste UEFA per la Champions League. L’estremo difensore, classe 2000, è infatti cresciuto nel vivaio rossonero.

Fin qui Plizzari ha giocato 50 partite tra i professionisti, ma non ha mai giocato in Serie A. Eppure già da qualche stagione si parla molto bene di lui. Quando Gigio Donnarumma esordiva, giovanissimo, nella massima serie, l’ex Presidente Silvio Berlusconi parlava di lui con entusiasmo, paragonando la sua bravura a quella dell’ormai ex portiere del Diavolo. Per carità indossare la casacca rossonera è una grande occasione, ma il giovane Plizzari forse meriterebbe di giocare con continuità, no?

stefano mauri

(Visited 93 times, 93 visits today)