Il maltempo dello scorso weekend non ha fermato la voglia di ripartire di ristoratori e baristi. Ma le normativa vanno riviste e corrette, no?

Il maltempo dello scorso weekend non ha fermato la voglia di ripartire di ristoratori e baristi. Ma le normativa vanno riviste e corrette, no?

“… No ma è fantastico e salutare lavorare all’aria aperta sotto il diluvio universale! No davvero, è bello stare sotto l’acqua per giorni pur di riaprire le nostre attività chiuse da mesi, non poter far accomodare i nostri clienti all’interno dei nostri locali se piove e fa freddo (per motivi misteriosi), è bello lavorare organizzati con le prenotazioni, che se piove saltano tutte mezz’ora prima, è bello essere presi per il culo per l’ennesima volta, senza rispetto e dignità, ma col cazzo che mollo!

buona festa dei lavoratori, quelli veri, quelli che i sacrifici li fanno per davvero, quelli che non si arrendono mai!”

Così postò sulla sua pagina Facebook nei giorni scorsi Gloria Capitano, Signora della Notte e Deus Ex Machina del Babar. Già, il maltempo dello scorso weekend non ha fermato la voglia di ripartire di ristoratori e baristi. Ma le normativa vanno riviste e corrette. E il coprifuoco è anacronistico, no?

(Visited 54 times, 54 visits today)