Il “Sanremologo”, nonché opinionista, giornalista, scrittore e interista Biasin dà i voti al suo Sanremo: “Mahmood e Blanco da 8 in pagella, Irama da 7,5”

Il “Sanremologo”, nonché opinionista, giornalista, scrittore e interista Biasin dà i voti al suo Sanremo: “Mahmood e Blanco da 8 in pagella, Irama da 7,5”

Eccoci qui. Abbiamo ascoltato i 25 brani in gara a Sanremo 2022 (1-5 febbraio), malo spazio è quello che è e, quindi, bando alle ciance. La premessa è sempre la stessa: l’orecchio fa brutti scherzi, soprattutto al primo ascolto. Ergo, prendete queste pagelle per quello che sono: rumore di fondo.

  • ACHILLE LAURO Domenica – Achille vuole vivere come se fosse sempre domenica. Chiamalo scemo. Trattasi di un “Lauro original”: sembra sempre la stessa canzone ma poi ti dimentichi quelle precedenti e ti entra nella capoccia l’ultima. Il verso cult: “150 dosi”. Non ditelo a Djokovic Voto: 6.5 (7 sulla fiducia per la “scenografia”).
  • GIUSY FERRERI Miele – Lei e lui si sono mollati, ma lei ha ancora l’ormone a mille e si immagina che lui torni per riscaldare la minestra. Giusy presenta una marcetta, né più né meno. Il verso cult: “Come un treno preso di domenica, certe volte non c’è un perché e spero ti porti da me”. Se è un regionale stai fresca. Voto: 5
  • MICHELE BRAVI Inverno dei fiori – Michelino torna con questo ragionamento sulle stagioni, che poi vai a vedere e in realtà racconta molto di sé. Amara come sa essere amaro lui. E quindi bella. La frase cult: “Se fossimo stagioni, verrebbe l’inverno”. Ecco, l’inno alla gioia è un’altra cosa. Voto: 6.5
  • RKOMI Insuperabile – Lui e lei vanno a 180mila giri su una Coupé, praticamente sono la coppia perfetta, stanno daddio come il burro e lo zucchero. Il ritmo ti acchiappa ma chi lo conosce bene sa che il buon Rkomi ha fatto di meglio. La frase cult: “Abbiamo rovinato anche il cognome dei nostri”. Rkò, mettiti in coda. Voto: 7 
  • IRAMA Ovunque sarai – Lui è molto innamorato e lascia a lei la libertà di fare di lui quello che vuole. Praticamente l’Uomo Zerbino. È una sorta di variante al futuro della celebre poesia del maestro Brunello Robertetti (Corrado Guzzanti). Classicissima, ma molto bella. La frase cult: “Ovunque sarai, ovunque sarò”. Praticamente Equitalia. Voto: 7.5
  • NOEMI Ti amo non lo so dire – Donna consapevole dei suoi limiti ma orgogliosissima, del tipo che non scenderà mai a patti con quell’altro. Il ritmo c’è, ma solo quello. La frase cult: “Sono quella stronza che non cambierà per te”. Ti sento prevenuta Noemi, parliamone. Voto: 5
  • MASSIMO RANIERI Lettera di là dal mare – L’idea del viaggio in mare per raccontare l’amore. Almeno, il qui presente l’ha capita così. Ranieri in purezza, molto genere musical, di fortissimo impatto. E con quella voce, funziona anche di più. La frase cult: “In un punto del viaggio la pioggia cadrà”. Mah, vediamo, Meteo.it sbaglia spesso. Voto: 7+
  • AKA 7EVEN Perfetta così – Lui dice che ama anche i suoi difetti. Possibile che stia cercando un modo carino per fare zum zum. Più talent che talento. La frase cult: “Mi piaci sì, quando mi parli”. Lo dice ma non lo pensa. Voto: 6 
  • EMMA Ogni volta è così – Lei si lamenta di lui che è un gran stronzone e l’ha un po’ illusa. Che poi succede anche alla rovescia. Non male, ma non da chiedere il bis. La frase cult: “E mi guardavi con quegli occhi grandi e mi dicevi come sei bella”. Probabilmente era Massimo di Cataldo. Voto: 6
  • HIGHSNOB & HU Abbi cura di te – I due si sono mollati e ne parlano ora che hanno la forza per stare lontani, ma con un filo di amarezza. Sprazzi di Madame, ma senza Madame. La frase cult: “Perché non posso bere veleno nella speranza che muori tu”. Effettivamente, se ci pensate, è una stronzata. Voto: 6+
  • IVA ZANICCHI Voglio amarti – Lei vuole amarlo a tutti i costi: stop. Alla mia e alle vostre mamme piacerà moltissimo. E questo è un gran complimento. La frase cult: “Voglio amarti e domani risvegliarmi accanto a te”. Occhio all’infame fiatella. Voto: 6
  • DARGEN D’AMICO Dove si balla – Dargen se ne fotte. In tutti i sensi. Pura dance Anni 90, concentrato di libertà in note, niente ioamo-te-tu-ami-me. Che bellezza. La frase cult: “Che brutta fine le cartoline”. Ah, le cartoline… Voto: 8
  • SANGIOVANNI Farfalle – A Sangiovanni piace parecchio la sua lei e glielo dice senza tanti problemi. Il “figlio di Maria” sa cosa vogliono i giovanissimi e confeziona un brano che profuma d’estate. Paraculissimo, ma non è mica un difetto, anzi. La frase cult: “Hai un elastico tra i capelli”. Beato te… Voto: 6.5
  • YUMAN Ora e qui – Grande classe, pure troppa per Sanremo. Se la passano dopo mezzanotte si rischia l’effetto Valium. La frase cult: “Questo è l’inizio del viaggio e mi piace”. Ne riparliamo al primo svincolo. Voto: 6
  • LA RAPPRESENTANTE DI LISTA Ciao ciao – Non si capisce molto. Non scartiamo la possibilità che la protagonista del pezzo sia in acido. A sonorità si torna negli Anni 70 e il risultato è eccellente. Radio, ne godrete. La frase cult: “Con le mani, con le mani, con le mani ciao ciao, con i piedi con i piedi, con i piedi ciao ciao”. Possibile che sia la tizia dell’Esorcista. Voto: 7.5
  • MAHMOOD & BLANCO Brividi – Amore allo stato purissimo. Un mix di brividi, morsi alla pelle, errori e arrapamenti vari. Note giuste, cantanti giusti, incastri giustissimi: ci sono tutti gli ingredienti per vincere in carrozza. La frase cult: “Ho sognato di volare, con te su una bici di diamanti”. La peperonata fredda fa questi scherzi. Voto: 8
  • GIANNI MORANDI Apri tutte le porte – Gianni intende contrastare il cattivo umore imposto dalle rogne quotidiane, con tonnellate di ottimismo. Testo di Jovanotti, spruzzate di Geghegè. La frase cult: “A forza di credere che il male passerà sto passando io e lui resta”. Oki bustine consigliatissimo. Voto: 6/7
  • MATTEO ROMANO Virale – L’amore tra lui e lei va su e giù come una tendenza su Twitter. Mah… La frase cult: “E l’amore appare, va in tendenza e risale, diventa virale”. #andratuttobene Voto: 5
  • LE VIBRAZIONI Tantissimo – Amore al cubo. Il pregio delle Vibrazioni è che impari le loro canzoni in un secondo, il difetto è che troppo spesso le lasci andare in fretta. Qui siamo nella via di mezzo. La frase cult: “C’è il tuo seno che mi vuole”. La vecchia scusa di quel bricconcello di Sarcina… Voto: 6+
  • FABRIZIO MORO Sei tu – Lui la ringrazia perché lei lo ha sempre capito nel bene e nel male. E anche per questo lui la ama molto. Il solito, accattivante Moro. Prima o poi lo vorremmo sentire Biondo. La frase cult: “Oggi lasciami senza parole”. Ok: “Amore, ieri ho preso la carta di credito…”. Voto: 6+
  • ELISA O forse sei tu – Lei dice a lui di portarla con sé perché comunque sono una coppia che te la raccomando. Elisa certi appuntamenti non li sbaglia. La frase cult: “Sarà che tra tutto il casino sembra primavera”. Che poi alla fine mancano 2 mesi… Voto: 7+
  • DITONELLAPIAGA E RETTORE Chimica – “È una questione di chimica”, ripetuto duemila volte e a ritmo forsennato. All’ora di Zumba questa andrà fortissimo. La frase cult: “Delle suore me ne sbatto totalmente”. Amen. Voto: 6
  • GIOVANNI TRUPPI Tuo padre, mia madre, Lucia – Una poesia in note per lei. Elegantissima, ma per digerirla ci vogliono tanti e tanti ascolti. Nell’era del “o lo capisco subito o lo butto via” è un bel problema. La frase cult: “…ad una cena di sconosciuti in un bar di Torino”. Ramsey e Rabiot. Voto: 6
  • TANANAI Sesso Occasionale – Lui si ingrifa un po’ troppo spesso, ma torna sempre da lei e chiede perdono al grido di “quell’altra non mi è mai piaciuta”. Almeno c’è ritmo. La frase cult: “Io c’ho 38 gradi in corpo”. Tamponcino? Voto: 6
  • ANA MENA Duecentomila ore – In sintesi, di notte può capitare di tutto. Non c’è bisogno di aspettare il remix perché è già il remix. La frase cult: “Io ti aspetterò a cena da sola”. Mai sentito “Tinder”? Voto: 5, ma 9 al 5° gintonic.
(Visited 6 times, 6 visits today)