In aumento la diffusione di banconote false: come riconoscerle?

In aumento la diffusione di banconote false: come riconoscerle?

Banconote false ovunque: ecco come difendersi e imparare a riconoscere le banconote di euro false.

Attenzione! Le banconote false sono in aumento e circolano liberamente passando di mano in mano, senza farsi riconoscere. I truffatori sono diventati sempre più bravi, veri e propri artisti del denaro, dinanzi ai quali anche i più abili falsari di opere d’arte chinerebbero il capo. Infatti, le banconote contraffatte in molti casi sono delle vere e proprie opere d’arte, curate nel minimo dettaglio.

Il numero delle segnalazioni aumenta mese dopo mese, anzi forse è meglio dire giorno dopo giorno, tanto che si può tranquillamente parlare di vero e proprio boom delle falsificazioni. Il numero delle banconote false in circolazione fa rabbrividire, con percentuali che aumentano di semestre in semestre: un più 40% nell’Eurosistema che ha quasi dell’incredibile.

Quali sono le banconote maggiormente contraffate? La medaglia d’oro delle falsificazioni spetta alla banconota da 20 euro, che non dà nell’occhio poiché di piccolo taglio e utilizzata in modo massiccio dalla popolazione. A seguire completano il podio quella da 50 euro, che sta pian piano recuperando terreno sulla prima e quella da 100 euro.

Un fenomeno in costante crescita che deve essere necessariamente fermato. Ma, come riconoscere la banconote false? I modi ci sono e sono anche molto semplici, così come esistono piccoli macchinari utilizzati da molti commercianti che agevolano tale operazione (scegliere un rilevatore di banconote false è la prima cosa fare per tutelarsi). Ma, non tutti siamo commercianti e possiamo contare sull’aiuto di un rilevatore di banconote false e non sempre abbiamo il tempo di controllare ogni dettaglio di tutte le banconote. Proprio su questi due fattori, apparentemente di poco conto, gioca l’industria delle banconote false.

 Ecco come riconoscere le banconote false in 9 mosse

Come abbiamo detto non sempre si ha il tempo di controllare con attenzione ogni banconota che passa per le nostre mani nell’arco della giornata, ma basta controllare solo uno dei seguenti dettagli di fondamentale importanza per capire se quelli che stiamo per conservare sono soldi falsi o meno.

Cosa controllare nelle banconote:

  1. Una volta presa la banconota in mano si può verificare la consistenza della stessa che è sempre fabbricata con fibre di puro cotone che conferiscono rigidità e opacità;
  2. sempre toccando con mano è possibile sentire dei piccoli rilievi generati da una particolare tecnica di stampa, grazie alla quale è possibile conferire maggiore spessore all’immagine principale.

Non solo tatto, ma anche l’occhio vuole la sua parte:

  1. osservando una banconota in controluce si purò ben vedere il motivo principale e la cifra che ne indica il valore. È questa una delle caratteristiche che ci permettono di capire subito se si tratta di banconota vera o falsa;
  2. in ogni angolo si trovano le cifre nominali che si combinano perfettamente osservando la banconota controluce;
  3. ogni banconota è dotata di uno speciale filo di sicurezza che è possibile vedere solo controluce: è una linea di colore scuro che attraversa la banconota in corrispondenza della parola Euro;
  4. il simbolo dell’Euro presenta delle perforazioni visibili sempre controllando la banconota controluce;
  5. ben visibile è la striscia olografica: muovendo la banconota si può ben vedere che il disegno al suo interno cambia;
  6. le banconote da 50, 100, 200 e 500 euro sono state stampate con una particolare tecnica e speciali colori, che permettono a tali banconote di cambiare colore nella cifra riportata;
  7. muovendo la banconota lo speciale ologramma mostra la cifra indicante il valore e l’immagine di una finestra o un portale.

Non è sempre facile riconoscere le banconote false, ma neanche impossibile. Poi, per una maggiore sicurezza basta munirsi di un rilevatore di banconote false, magari da tenere a casa.

Cosa fare se ci si accorge di possedere una banconota falsa? Non spendetela, è reato. Niente paura, non sono soldi persi: recandosi in banca o presso un qualsiasi ufficio postale è possibile farla esaminare e ritirare dalla circolazione. La stessa sarà inviata all’amministrazione centrale della Banca d’Italia che redigerà apposito verbale con il quale ottenere il rimborso.

Occhi aperti!

(Visited 213 times, 17 visits today)