La grande saga degli Insensa, la nascita della band

La grande saga degli Insensa, la nascita della band

Ve li ricordate gli INSENSA?

….prima metà degli anni 90 Mircho Simonetti (si con CH , mio padre quando andò all’anagrafe per registrare la nascita di mio fratello  e quando gli chiesero con la k? Lui rispose no, con CH)  e Andrea Fusarpoli al secolo Junior, con una mia vecchia chitarra, un ibrido tra acustica e classica con le corde in metallo (orrenda) datami da non so chi, ma era uno scarto, aveva un suono terrificante, pesava moltissimo, era un Eko, iniziarono a comporre canzoni assurde e scordatissime che parlavano di un bambino caduto nel tombino, poi c’era “il funerale” di cui ricordo una frase

“…il funerale è una bella cosa, il funerale ti tira su la vita e tutte le merde che ti stanno intorno ti fan le condoglianze e ti girano attorno, hei zia tu non mi devi consolare perchè c’è mia mamma che mi fa da mangiare”

…poi c’era “L’obitorio” ma di  quest’ultima  ricordo solo il titolo. Junior era la parte oscura del allora duo, MirCHo era la parte più cabarèt.

Da quell’embrione stava nascendo qualcosa, Junior suonava la chitarra e MirCHo cantava, mancavano il basso e la batteria. Detto, fatto. Trovato il bassista il Toria, Marco Torriani e alla batteria il Pin, Andrea Donarini, le prime prove nel garage di Junior si udivano nel palazzo dove abitava Junior e le sentiva anche Max Cantoni, il quale viveva li vicino, o ci abitava sua nonna e lui quando ci andava ed era ancora un bambino, li sentiva suonare  sognava di suonare la batteria con MirCHo e Junior. Ancora non sapeva che il suo sogno si sarebbe realizzato.

Prova e riprova arriva il primo concerto alla festa dell’unità al parco Bonaldi di Ombriano, concerto di cui ho le registrazioni. Sul palco MirCHo, Junior Toria e Pin facevano conoscere alla Città Giocattolo la band che avrebbe fatto divertire molte persone negli anni futuri. Dirò poche parole sul concerto…scaletta: insensa, il manicomio, mi ami, (cover dei CCCP)  una cover degli Exploited, Sex and violence, tirata a 10 minuti e 26 secondi e un brano improvvisato con alla voce il Toria dal titolo Cannatelli lo sai che ti amo (Corradini lo sai che ti amo ) una canzone mirata a prendere in giro 2 amici musicisti…fu molto divertente e ridemmo parecchio, Alessandro Cannatelli alias il Canna rise un pò meno e se la prese anche un pò.

MirCHo si stava rivelando un vero showmen, simpatico, grottesco, istintivo…insomma un frontmen punk (famosi i rutti di mio fratello, da competizione )….era troppo difficile suonare metal, il punk è più immediato 4 bicordi a manetta, la voce urlante e si va via lisci.

Il secondo concerto di li a poco fu alla Festa dei popoli a Castelleone ma senza Junior alla chitarra perchè si infortunò ad una mano, lo sostituì Davide Parati per quella serata.

Nel frattempo non avendo più il bassista, MirCHo decise di imparare a suonare il basso e da allora è il bassista cantante. (1-continua)

Dimitri Simonetti

(Visited 132 times, 63 visits today)