La poesia per chi ancora… politicamente surreale fa politica anche coi colori

La poesia per chi ancora…  politicamente surreale  fa politica anche coi colori

Politicamente Surreale

 

Ed è comunque

O forse quantunque

Tanto surreale,

Eppure reale

Che ancora oggi

Qualcuno alla politica bassa, speciale

Applichi colori, forme, etichette

Qualunquemente banali

Tanto per far fumo,

Da gettare negli occhi

Mentre l’arrosto sul forno brucia;

Sì è comunque

Quantunque surreale

Che chi a parole

Tutto vuol cambiare

In realtà inseguendo…

Esclusivamente consenso

Nulla cambi, costretto

Suo malgrado a tornar indietro

Costretto a coinvolgere

Per non farsi travolgere

Dal pesante, ingombrante

Probabilmente più invitante

Passato schiacciante.

Ed è veramente

Per non dire maledettamente

Bestiale, surreale

Che ancora oggi

Tra virtuale e reale

Alla buona, bassa politica

Anteponga divisioni,

Visioni anacronistiche

Che ancor prima di partire

Già suonano

Vagamente stonate

Maldestramente superate

 

Stefano Mauri

(Visited 194 times, 21 visits today)