Lo strano caso di mister Roberto Venturato allenatore a torto sottovalutato

Lo strano caso di mister Roberto Venturato allenatore a torto sottovalutato

Ha fatto bene, anzi benissimo a Crema (sponda Pergo). Ha raccolto risultati fenomenali in quel di Pizzighettone e si è disimpegnato alla grande pure a Cremona laddove, se non ci fosse stato lo scandalo, per certi versi mai chiarito, conosciuto come “Scommettopoli”, probabilmente avrebbe conquistato la serie B. E sta lavorando alla grande adesso in quel di Cittadella, in quella Lega Pro che conosce bene, che lo vede tra i tecnici migliori attivi e, forse, inizia a … stargli stretta.

Stiamo parlando di mister, australiano (solo) di nascita e cremonese a tutti gli effetti, Roberto Venturato, trainer e uomo di poche parole (e il fatto di essere poco mediatico non lo agevola) ma di campo e tanti fatti. Sulle rive del fiume Po, qualche tifoso della Cremonese, il buon e bravo Roberto lo rimpiange, a ragione, così come qualcuno sostiene che quest’anno, se alla guida della Pergolettese ci fosse stato lui al posto di Alessio Tacchinardi le cose, per i gialloblù sarebbero andate diversamente. Ma con i se e con i ma non si fa la storia, ma si alimenta esclusivamente baldoria. Complimenti a Venturato quindi, allenatore preparato il quale (e il consiglio è valido anche per tanti suoi colleghi) farebbe bene a crearsi uno staff tutto suo e lavorare sempre (e solo) poi con quello.

Stefano Mauri

(Visited 37 times, 4 visits today)