L’uso del mercato Austrungarico per il 2015 verra assegnato tramite un bando

L’uso del mercato Austrungarico per il 2015 verra assegnato tramite un bando

Questa è davvero interessante. Ricordate la polemica dell’estate 2014? Ma si la più rovente e divertente, per i giornali, quella dell’assegnazione dell’utilizzo del Mercato Austroungarico a Beppe Riboli per la sua Ribolution? Ecco quest’anno in comune hanno pensato bene di evitare un ulteriore bagno di sangue e taaccc…. ecco il bando per l’utilizzo della struttura.

Il bando è stato deliberato nei giorni scorsi e dice più o meno: amici cremaschi fatevi sotto che da maggio a dicembre di quest’anno vorremmo ravvivare la situazione. Ma a costo zero. Si perché la proposta è rivolta ad associazioni e privati e punta a rivitalizzare l’area attraverso proposte culturali: “una pubblica raccolta di manifestazioni di interesse”.

Si dice nel comunicato che “la forma del bando pubblico è stata individuata per offrire alla cittadinanza un calendario armonico di iniziative, evitando spiacevoli sovrapposizioni o ripetizioni, garantire maggiore visibilità a ciascun evento, creare sinergie tra i gruppi organizzatori e favorire la realizzazione di iniziative di maggior richiamo o coinvolgimento”.

Insomma un giro di parole che certifica che la modalità con cui la cosa era stata pensata lo scorso anno non andava bene. Meglio ben venga. Per chi volesse partecipare il termine per la presentazione delle proposte è il 15 aprile. Ore 13.00 Ufficio Protocollo del comune.

Ufficio aperto nei seguenti orari: lunedì, martedì e giovedì dalle ore 09.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 16.30; mercoledì dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 13.30 alle ore 17.00. venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00.

Questa la dichiarazione dell’assessore alla cultura Paola Vailati: “Abbiamo scelto questa formulazione, attraverso bando pubblico, quale strumento per far emergere la creatività che la città può esprimere e per raccogliere e selezionare i progetti delle associazioni e dei soggetti attivi sulla scena culturale che il Comune sosterrà e inserirà nella programmazione, mantenendo un ruolo di indirizzo ma affidando ai proponenti la realizzazione”.

 

(Visited 20 times, 2 visits today)