Mattia Cerri da Bagnolo Cremasco (il mitico Dj Cino) ha co firmato le musiche di ‘Mariposa’ il brano sanremese della Mannoia

Mattia Cerri da Bagnolo Cremasco (il mitico Dj Cino) ha co firmato le musiche di ‘Mariposa’ il brano sanremese della Mannoia

È ‘Mariposa’ il brano che Fiorella Mannoia presenterà in gara al Festival di Sanremo 2024. Il testo è scritto dalla stessa Mannoia con Cheope e Carlo Di Francesco che ha firmato anche le musiche insieme a Federica Abbate e Mattia Cerri da Bagnolo Cremasco (Dj Cino). Cino, ragazzo meraviglioso e professionista straordinario, sul pezzo, compositore, produttore, Sound Designer e Deejay, all’attivo ha collaborazioni con artisti che hanno fatto e fanno la storia della musica italiana. Qualche nome? Eros Ramazzotti ed Elodie. E a questo giro festivaliero è appunto dietro le quinte della canzone della Fiorella d’Italia. Mariposa è un manifesto di donne, Fiorella Mannoia che canta le voci di ognuna di loro, nel tempo, nella storia, nel sentimento e nel mistero, raccontandole nella loro libertà, forza, dolore, gioia, amore…
Tutti gli opposti delle donne vivono con orgoglio in questa canzone. Le donne sottomesse e le donne protagoniste del tempo si uniscono tra i versi di Mariposa (significa Farfalla) e gridano insieme l’identità eterna e inviolabile di ognuna di loro. Ecco comuqnue, cosa pensa l’artista italiana del suo pezzo sanremese: “Io dico sempre che Sanremo è un palco stregato e che per noi cantanti è sempre una croce e delizia, perché lo amiamo e lo odiamo” aveva confessato lo scorso dicembre sul palco di Sanremo giovani presentando il titolo del suo brano, “lo odiamo nel momento in cui stiamo per salire perché il cuore ti arriva in gola e non c’è niente da fare, puoi venire qui per vent’anni di seguito ma quando valichi quell’ingresso l’emozione è sempre la stessa”. E ancora: “È il miracolo delle canzoni, ognuno le fa proprie e hanno questa prerogativa: ricordano sapori, odori, persone, amori, amori finiti, amori nati. È questa la prerogativa che nessun’altra forma d’arte ha”.

stefano mauri

(Visited 42 times, 42 visits today)