Passeggiando con Metaxas, la storia del dottor Arisia (seconda parte)

Passeggiando con Metaxas, la storia del dottor Arisia (seconda parte)

Il Dott Prof Arisia era uno stimato medico. Aveva iniziato in ospedale in età molto giovane era uno stimato ginecologo e anche ortopedico. Aveva fatto il giuramento di Ippocrate, curare bene tutti senza alcun interesse. Riteneva l’ospedale un diritto per tutte le persone ne avessero bisogno. Curava bene e curava tutti. Divenne famoso tra la gente. La celebrità gli cambiò le idee.

Perchè no, si disse,  e aprì uno studio privato a pagamento. Lavorava in ospedale e dirottava i pazienti nel suo studio privato . Guadagnava un sacco di soldi. Nell’ospedale intanto cambiano le regole, e da servizio pubblico diventa azienda e monetizza qualsiasi prestazione. Il Dott Arisia in ospedale con pagamento del ticket ti visitava in 12 minuti, però potevi andare nel suo studio ed essere ben visitata in 45 minuti, a pagamento. Arisia, non si accorgeva che una cura a cui tutti hanno bisogno diventa un privilegio per pochi, per paganti appunto !

Arisia diventa ricco. Arisia ora ha 75 anni. Decide di andare in pensione. Però si annoia, dopo qualche mese decide di tornare nel suo campo. Và a lavorare per le strutture convenzionate e si rimette a visitare le pazienti gratis (con pagamento del ticket naturalmente) in 12 minuti di tempo. Pap test e visita in 12 minuti !!! Visita della schiena e diagnosi in 12 minuti ! E’ troppo. E un giorno accade: una donna si arrabbia e gli dice tutto quello che non aveva voluto sentire in tanti anni.

Quella notte, non riesce a dormire; il bilancio della sua vita viene analizzato dalla sua mente e il sonno non viene. Neanche la notte dopo, e la notte dopo ancora..La salute non è un gioco, la salute non ha prezzo, non è un privilegio è un diritto per tutti e i diritti non si pagano. (gli vengono in mente le parole di un suo collega, un certo Gino Strada che è andato costruire ospedali per curare bene e gratis tutte le vittime delle guerre e della povertà). Lui ha tradito il giuramento di Ippocrate, ha pedissiquamente aderito al sistema senza pensare con la propria testa. Ha eseguito gli ordini (gli viene in mente un immagine terrificante dei lager nazisti, in cui tutti hanno “solo”eseguito gli ordini, senza pensare se era giusto o no’, senza pensare che avevano a che fare con persone )

Pensa alle migliaia di farmaci che ha dato, solo perchè lo dicevano le aziende farmaceutiche; i farmaci base sono solo 600, perchè ne usiamo  15000 ?? Soldi, soldi..il dott Arisia è molto abbattuto sembra invecchiato di 10 anni. Ma cosa è accaduto alla bella “sanità”. Che fare ? E’ ora di pensare, i medici devono pensare, 12 minuti per le visite non è ammissibile ! Perchè pagare 400/600 Euro per una visita per un cancro ?? per aver la certezza di avere la priorità ed essere operata dal  professore famoso ?? Perchè il laser potente è a pagamento e il laser normale no??Non puoi pagare? Niente laser forte, ti tieni i dolori !  Forse stanno riscrivendo la Dichiarazione Universale Diritti Umani ? i diritti sono il dolore, la sofferenza, la povertà..??

Vergogna, il prof. Arisia si vergogna.…che fare ?? Si, aprirà il suo vecchio studio e riceverà le persone bisognose gratuitamente. Telefonerà anche al suo collega Sirio e a Malaparte. Faranno il lavoro in equipe discutendo i casi difficili, 3 pensano meglio che 1.  E’solo l’inizio, lui vuole parlare, denunciare. Questa notte Arisia, dormirà !

Gemma – Cantone del Mondo alla Roversa

(Visited 36 times, 11 visits today)