San Domenico, ritorna la rassegna “Musiche in abside”

San Domenico, ritorna la rassegna “Musiche in abside”

È già possibile acquistare i biglietti per la seconda edizione di “Musiche in abside” che viene riproposta dalla Fondazione San Domenico, insieme al Civico Istituto Musicale L. Folcioni, dopo il successo riscontrato nel 2023. La rassegna è organizzata grazie al contributo di Banca Mediolanum e di Soroptimist Club di Crema e con la collaborazione della Pro Loco di Crema.

“Dopo il grande successo dello scorso anno, abbiamo deciso di riproporre la seconda edizione. – spiega il Coordinatore didattico del Civico Istituto Musicale “L. Folcioni”, Alessandro Lupo Pasini – I concerti nel 2023 avevano come tema la vita dei musicisti, quali Mozart, Bach e altri, e in tutte le serate c’era sempre un attore recitante che intervallava aneddoti a interpretazione di brani con l’accompagnamento di un musicista. Quest’anno le protagoniste saranno le grandi donne della storia. In base alle letture rappresentate scenicamente, ci saranno in abbinamento delle musiche che valorizzeranno i vari spettacoli proposti.”.

Questa volta il tema teatrale non riguarderà le vite ed i sogni di grandi musicisti, ma le protagoniste saranno alcune grandi donne del passato: Eleonora Duse, Simone Weil, Virginia Woolf, Marguerite Yourcenar e Grazia Deledda. La rassegna affronterà anche la delicata questione della violenza di genere, tematica più che mai attuale.

“Quest’anno parliamo di donne, ma anche di bravi allievi – continua Alessandro Lupo Pasini – l’evento è uno spazio importante per valorizzare i talenti del Folcioni, tuttora studenti, ma anche due ex allievi: Gabriele Duranti e Pietro Miragoli.”.

I testi saranno infatti accompagnati musicalmente dagli allievi e dagli ex allievi del Folcioni, formati dagli insegnanti Biancamaria Piantelli ed Enrico Tansini che hanno sottolineato l’importanza della situazione che la rassegna va a creare: “La musica ha bisogno di una cornice e l’atmosfera che si crea è preziosa e valorizza i ragazzi.”.

Gli eventi saranno sei e si svolgeranno (tranne il primo e l’ultimo) nell’abside del teatro.

“Con la rassegna, l’abside dell’ex Chiesa di San Domenico diventa il palcoscenico perfetto per valorizzare i giovani talenti musicali. – spiega il Presidente della Fondazione, Giuseppe Strada – Ma non solo. Con questo progetto particolarmente significativo e meritevole per il territorio, possiamo anche esibire la bravura dei nostri insegnanti. E ancora, valorizzare gli spazi del teatro, l’abside con i suoi affreschi, facendo scoprire al pubblico le nostre bellezze.”

Il debutto della rassegna sarà in teatro con “La musica dell’anima. Ritratto di Eleonora Duse tra le note della sua epoca”, in occasione del centenario della morte dell’attrice. Interpretata da Pamela Villoresi, accompagnata al pianoforte dal maestro Marco Scolastra, lo spettacolo si terrà il 15 aprile alle ore 21.00. Musiche di Beethoven, Chopin, Wagner, Rossini, ProKof’ev, Joplin, Gershwin, Boito e Verdi.

Il 22 aprile alle 21,00 andrà in scena “La forza di Simone Weil” (filosofa e scrittrice francese) con Gianmario Beccaluva quale voce recitante, mentre al pianoforte si susseguiranno Michele Bianchessi, Davide Biffi, Beatrice Brambillaschi, Anna Cazzola, Riccardo Longari e Maddalena Moschetti.

Musiche di Beethoven, Brahms, Chopin, Liszt, Mendelssohn Satie e Schubert.

Il 29 aprile alle 21,00 tocca a “Grazia Deledda e la sua terra antica” (scrittrice vincitrice del Premio Nobel per la letteratura 1926): Patrizia Sacchelli sarà la voce recitante, accompagnata al pianoforte da Michele Bianchessi, Davide Biffi, Beatrice Brambillaschi, Anita Cazzalini, Anna Cazzola, Michela Longari, Riccardo Longari, Federico Silvestri e Francesco Zuffetti. Musiche di Beethoven, Brahms, Chopin, Satie e Schubert.

Il 6 maggio andrà in scena “In compagnia di Marguerite”, dedicato a Marguerite Yourcenar, scrittrice e poetessa. La voce recitante sarà quella di Luciano Bertoli, accompagnato al pianoforte da Gabriele Duranti e Pietro Miragoli. Musiche di Bach, Chopin e Liszt.

A cura di “Lievi increspature”, il 27 maggio si svolgerà “Di te ricordo la delicatezza” che prevede Beatrice Brambillaschi al pianoforte, Riccardo Reiter al violino e Edoardo Cattaneo alla chitarra (accompagnamento e improvvisazione), Noemi Seimour, chitarra e voce.

I performers saranno Arianna Beretta, Camilla Campi, Giulia Colorato, Carlotta Logiudice, Anna Smiroldo, Ginevra Stabile, Lorenzo Vailari ed Emma Vetturi.

Musiche di Bach, Chopin, Debussy, Faure, Handel, Mendelssohn.

All’interno di una rassegna dedicata ai più straordinari personaggi femminili, questa serata intende estendere il suo sguardo all’ordinario, concentrandosi sulla problematica della violenza di genere. – spiega l’autore dei testi del libretto, Carlo Solzi – Il gruppo “Lievi Increspature”, composto da 12 ragazzi tra i 16 e 20 anni, si concentrerà su un tema difficile e molto sofferto, anche nel mondo dei giovani.”

L’ultimo appuntamento si svolgerà il 29 maggio presso la Sala Carlo Sforza Francia, situata nei chiostri, ad ingresso libero, e chiuderà la rassegna.

Si tratta di “In viaggio con Virginia” dedicato a Virginia Woolf, scrittrice e saggista britannica, e vedrà Elsa Bossi quale voce recitante accompagnata all’organo da Marco Marasco. Musiche di Bach, Beethoven, Boellmann e Guilmant.

Con questa rassegna riusciamo ad unire parole e musica, i due elementi che caratterizzano l’iniziativa – spiega ancora il Presidente Giuseppe Strada – proprio perché noi facciamo teatro e musica.”

Il 5 maggio alle ore 21.00, presso la Sala Bottesini, a chiusura della Masterclass di flauto e ottavino tenuta dal Maestro Francesco Guggiola (Ottavino Teatro alla Scala di Milano), si terrà il concerto conclusivo del corso, a ingresso libero.

 

Concerto di apertura 15 aprile € 20,00

Concerti nell’abside del Teatro San Domenico 22 aprile / 29 aprile / 6 maggio/ 27 maggio € 10,00

Sala Carlo Sforza Francia 29 maggio Ingresso libero

Abbonamento 5 Concerti € 45,00

(Visited 8 times, 8 visits today)