San Valentino, avviso ai maschietti

San Valentino, avviso ai maschietti

Diamo per scontato che così come per le verdure, anche i fiori hanno le loro stagioni di fioritura. In questo caso, però, prescindiamo dal dettaglio. Dunque: se per San Valentino desiderate manifestare il vostro affetto nei confronti della donna amata e intendete presentarle un omaggio floreale, stateci all’occhio perché ogni corolla ha un suo preciso significato e se si “cappella” il messaggio, poi sorgono equivoci a non finire.

Seguiteci, o ignorantoni!

Anemone (Insistenza)

Arancio (Matrimonio)

Astro (Fiducia)

Bocca di leone (Desiderio)

Camelia bianca (Non trascurarmi)

Camelia Rossa (Sei stupenda)

Camelia rosa (Dolcezza)

Ciclamino (Invidia)

Dalia (Riconoscenza)

Fiordaliso (Timidezza)

Gardenia (Sincerità)

Garofano (Affetto)

Geranio (Benevolenza)

Giacinto (Gioia)

Giglio (Purezza)

Ginestra (Preferenza)

Gladiolo (Appuntamento)

Glicine (Tenerezza)

Lilla bianco (Amiamoci)

Lilla malva (Ti appartengo)

Margherita (Ti adoro)

Mimosa (Sicurezza)

Mughetto (Civetteria)

Narciso (Indifferenza)

Orchidea (Passione)

Ortensia (Capriccio)

Palla di neve (Superbia)

Papavero (Fragilità)

Peonia (Rispetto)

Pesco (Felicità)

Pisello odoroso (Amarezza)

Primula (Primo amore)

Ranuncolo (Rimproveri)

Rosa (Amore)

Tuberosa (Ti desidero)

Tulipano (Dichiarazione)

Violaciocca (Costanza)

Viola del pensiero (Cortesia)

Violetta (Amore nascosto)

Zinnia (Incostanza).

Auguri agli innamorati

 

Ps. Il fotogramma è tratta dal film “Via col vento”.

Scena finale, quando Lei dice a Lui: “Che ne sarà di noi?!” E Lui dice a lei: “Francamente me ne infischio.”

Beppe Cerutti

 

 

 

(Visited 39 times, 8 visits today)