Una Cremonese bestiale e commovente, allo scadere batte il Chievo. Ora il Perugia

Una Cremonese bestiale e commovente, allo scadere batte il Chievo. Ora il Perugia

Sì una Cremonese bestiale, mai doma, senza timori, agguerrita e … indemoniata, lunedì scorso, in uno Zini purtroppo e malinconicamente vuoto causa misure anti Coronavirus, ecco alla fine, grazie a una punizione del guerriero Mogos è riuscita a superare il tosto e tecnico Chievo. Chapeau a mister Bisoli, terzo coach stagionale, (merita la conferma per la stagione 2020 – 2021) bravo a ridare stimoli, identità, voglia e “rabbia agonistica” a un gruppo prima, coi suoi predecessori Rastelli e Baroni, spento, moscio, in lockdown …. prima della drammatica chiusura vera e propria per la maledetta pandemia. Se fosse arrivato prima Bisoli? Mah … coi se e i ma, non si fa o riscrive la storia, ma si agita baldoria, quindi meglio concentrarsi sul presente, pensare a finire al meglio questa strana annata agonistica e … concentrarsi sul futuro. Venerdì sera la Cremo farà tappa a Perugia, laddove troverà avversari in zona playout e sotto di appena due punti. Ah … sulla panchina umbra, traballante, siede Serse Cosmi, colui il quale, arrivato in sostituzione dell’esonerato Oddo, no, non è riuscito a piazzare l’acuto. E contro i grigiorossi, probabilmente, Cosmi si giocherà il futuro. Fare punti in Umbria, per capitan Terranova e soci significherà aver raggiunto una bella maturità agonistica, no?

stefano mauri

 

(Visited 34 times, 3 visits today)