Waterface, la trilogia oscura di Neil Young a CremArea il 2 settembre a sostegno di #farelegami

Waterface, la trilogia oscura di Neil Young a CremArea il 2 settembre a sostegno di #farelegami

La trilogia oscura di Neil Young sarà protagonista di Waterface, un recital musicale ideato e scritto da Marco Grompi, Pasquale De Fina e Pier Angelo Cantù, che sbarca a Crema il prossimo 2 settembre alle 21.00, nella cornice di CremArena, progetto sostenuto da Fondazione Cariplo Welfare in azione in collaborazione con Late for the Sky e il Comune di Crema. Il ricavato sarà devoluto al progetto #farelegami. Sul palco la band formata da Pier Angelo Cantù, voce narrante, chitarra; Marco Grompi, voce e chitarra; Osvaldo Ardenghi, chitarre e voci; Andrea Filippazzi, basso e Alex Marcheschi, batteria. Una sorta di all’star band della musica italiana visto che mette assieme ex membri di Ritmo Tribale, NoGuru e Rusties.

Si tratta di uno spettacolo di parole, musica live e immagini rare. Così gli autori descrivono lo spettacolo:

Waterface non è una tribute band né uno show di cover ma un viaggio affascinante nell’universo oscuro di uno dei più controversi e influenti artisti della musica rock. Waterface è la narrazione dal di dentro degli anni della trilogia oscura: un racconto teatrale con contributi video rarissimi e canzoni suonate dal vivo da una band con un interplay inedito e stimolante.

La storia ha inizio all’indomani del grande successo mondiale ottenuto con Harvest (1972) e termina con la pubblicazione di Zuma (1975), passando attraverso crisi personali e artistiche, traumi e lutti. Per Neil Young è un’altalena di eventi, dai milioni di dischi venduti, l’acquisto di un ranch, il matrimonio con un’attrice famosa e l’arrivo del primo figlio, passando per la morte per droga di amici vicinissimi, i problematici rapporti con le varie band che si susseguono al suo fianco (dai Crazy Horse a Crosby, Stills, Nash & Young), le tournée catastrofiche e l’apparente incomunicabilità con un pubblico spesso ostile. Su tutto, aleggia l’inquietudine e la voglia di cambiare per contrastare il rischio di rimanere intrappolato nei meccanismi del successo e dello star system.

(Visited 40 times, 13 visits today)