A Montodine, terra di … “frontiera”, alla sua Osteria, al Bruciato e alle Donne

A Montodine, terra di … “frontiera”, alla sua Osteria, al Bruciato e alle Donne

Così per caso

All’Osteria Del Torre

Dove Manuel sa coccolare

Dinanzi a un Bruciato Antinori,

Questo strano marzo

Un poco nevoso,

Tanto piovoso

Cortese pare omaggiare,

Con garbo d’altri tempi

Le Donne vere,

Meravigliose, generose creature

Che non si possiedono,

Ma si amano o coccolano

A Montodine

Paese di frontiera,

Come a Crema e nel mondo.

Così per caso

Mentre l’Oste cerca un’altra bottiglia

Anche il Rosso Toscano

Applaude al gentil sesso,

Perché una Donna

Non sarà mai la festa di un giorno

Poiché è il centro del mondo;

Intanto in questo locale incantato

Dove sulla piazza

Il tempo sembra dilatato,

Sacro e Profano sornioni se la intendono

E il Granducato del Tortello

Tra il Serio e L’Adda

Appare più bello

Stefano Mauri

(Visited 91 times, 2 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *