Alice perde i capelli e mette in scena l’anticommedia metafisica di Ionesco

Alice perde i capelli e mette in scena l’anticommedia metafisica di Ionesco

Si comincia venerdì 15 febbraio alle 21.15, con il secondo appuntamento del ciclo “Aiutateci a casa nostra”, un contributo di Alice nella città alla riflessione su un tema di drammatica attualità, la cui prospettiva viene capovolta. Il secondo film in programma è “Dustur”, film documentario del 2016 di Marco Santarelli che indaga il confronto tra pensiero occidentale ed islamico di fronte ai temi della nostra costituzione.

Andando avanti, il 16 febbraio, sabato pomeriggio sarà dedicato ai bambini, con una merenda cinematografica a partire dalle 16.00, appuntamento che fa parte del nuovo filone che l’Associazione sta dedicando ai più piccoli.

Infine, sempre sabato ma alle 21.30, è in programma uno spettacolo della compagnia castelleonese Teatrovare che, con la regia di Anna Monticelli, metterà in scena “La Cantatrice Calva”, grande classico di Eugene Ionesco. La produzione ridipinge l’originale e irriverente affresco della società inglese dei primi anni del secolo, con sei personaggi impegnati nel mettere in scena la vanità e l’assurdità tragicomica delle relazioni umane. Questi gli attori: Tiziana Ghisleri, Gianmario Beccaluva, Anna Clerici, Stefano Arcari, Ilaria Berti, Carlo Maria Sanson, con il prezioso contributo di Alfredo Farinelli.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero per i tesserati ARCI 2018 / 2019. Informazioni e aggiornamenti: http://alicenellacitta.wordpress.com

(Visited 78 times, 7 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *