Anche a febbraio si rinnova l’appuntamento con le conferenze de Il sabato del Museo.

Anche a febbraio si rinnova l’appuntamento con le conferenze de Il sabato del Museo.

Questo mese, diversamente dal solito, è previsto un solo incontro.

 

Il Touring Club Italiano di Crema proporrà sabato 11 febbraio alle ore 16:30 la conferenza intitolata Il confine orientale che, partendo dalle testimonianze vissute dei relatori, affronterà le ragioni e le motivazioni dell’emigrazione forzata della maggioranza dei cittadini di nazionalità e di lingua italiana dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia a partire dalla fine della seconda guerra mondiale. Una tragedia che affonda le sue radici sin da quando l’Imperatore Francesco Giuseppe I d’Austria decise di procedere a una slavizzazione di quei territori dove la lingua d’uso era l’italiano appoggiando il nazionalismo slavo in Istria e Dalmazia. Una decisione che diede il via a contrasti che si protrassero fino ad arrivare alla fine della seconda Guerra Mondiale con quello che conosciamo come il vero e proprio esodo Istriano che costrinse, per un decennio circa, decine di migliaia di persone a emigrare dalle loro terre di origine.

Relatori dell’incontro saranno Anna Maria Crasti, vicepresidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Milano, e Bruno Politeo, socio volontario del Touring Club Italiano.

 

La conferenza sarà ospitata nella consueta cornice della sala “Angelo Cremonesi” del centro culturale Sant’Agostino in piazzetta Winifred Terni de’ Gregorj al numero 5.

 

Il sabato del Museo è organizzato dalla direzione del Museo Civico di Crema e del Cremasco in collaborazione con le realtà culturali cittadine che gravitano attorno al Museo.

(Visited 5 times, 3 visits today)