Anche quando lavora bene il Partito Democratico appare forse troppo radical chic?

Anche quando lavora bene il Partito Democratico appare forse troppo radical chic?

<Dopo una giornata intera in aula a discutere di bilancio……”Eccoci qua…in certi hotel, che il nostro nome ce l’hanno già. E ormai nemmeno ci chiedono più il documento d’identità”.
Stasera si passa la notte a Milano, per riprendere i lavori domattina. Buonanotte! 
Ps: Ovviamente il documento me l’hanno chiesto, eccome>.

 

Questo il socialcommento alla foto che vedete in pagina, pubblicato giorni fa dal consigliere regionale  democratico Matteo Piloni sulla sua pagina Facebook.

Messaggio per carità a suo modo innocuo, tenero, sicuramente più che giustificato e giustificabile, che però se bene analizzato, ecco in un certo senso fotografa inesorabilmente il divario tra il Pd, nella fattispecie un partito quello cremonese – cremasco … eppur vivo, propositivo e il popolo.

Allora bravo, frizzante, appassionato, preparato, attivissimo, sempre sul pezzo, sveglio Piloni fa bene (ci mancherebbe) a dormire a Milano, dove sarà impegnato pure il giorno dopo, avendo finito tardi di lavorare sodo e duro. Ma ohibò che dovrebbero dire allora i pendolari che partono all’alba, tornano alla sera per ripartire l’indomani senza potersi permettere di dormire nel capoluogo meneghino?

Leggerezza, diversità di vedute e opportunità, possibilità multiple,  visioni diverse, distacco radical chic dalla realtà (bravo ragazzo senza nulla da nascondere Matteo Piloni, proprio perché in buonafede ha postato il suo post allorquando opportunisticamente avrebbe dovuto starsene a Milano senza pubblicizzare la cosa, ndr) la chiave di lettura a questo spunto rubato da Facebook? Mah ognuno (Partito Democratico compreso se si vuol riacciuffare consenso) pensi e classifichi come vuole quanto pubblicato via social da Piloni. Questa però più semplicemente non è altro che l’ennesima sfumatura che evidenzia il distacco netto da una politica forse anacronistica ormai e il popolo sedotto dal populismo dilagante, no?

Ciò detto Matteo Piloni eletto a furor di voti in consiglio regionale siede meritatamente e proficuamente lavora per il bene del nostro territorio

Stefano Mauri

 

(Visited 132 times, 7 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *