Attento grande Napule, non sottovalutare la stanca Vecchia Signora bianconera

Attento grande Napule, non sottovalutare la stanca Vecchia Signora bianconera

Gioca forse meno bene di qualche settimana fa il Napoli allenato da mister Sarri (un vero peccato sia arrivato in alto solo quest’anno) e caratterizzato da Gonzalo Higuain, fashiontanghero argentino, ma soprattutto centravanti di razza e movimento, ma appunto pur giocando in modo non eccelso, sì il team partenopeo vince, convince e attrae.

Dunque fanno bene i tifosi azzurri a sognare lo scudetto. Juventus (il recupero di Pereyra sarà strategico?) permettendo naturalmente perché stanca, provata da infortuni (qualcosa non torna nella preparazione atletica?) a catena e magari poco lucida, ecco la Madame bianconera resta la Vecchia assatanata Signora omicidi creata da Marcello Lippi, il suo mito è stato poi portato avanti da degni eredi, negli ormai lontani, ma pur sempre mitici, anni Novanta.

Aspettando l’esito del big match tra Juve e Napoli (pare di essere tornati ai tempi leggendari di Maradona e Platini, che bello) in cartello sabato prossimo 13 febbraio, vigilia di San Valentino, si annuncia un periodo di gran bel calcio e badate bene: il risultato finale della partitissima tra la prima della classe e la seconda, udite, udite potrebbe non essere decisivo. Dalla prossima metà di febbraio infatti ad aprile, di acqua sotto i ponti, tra coppe europee e altre partitissime ne passerà parecchia.

Stefano Mauri

(Visited 36 times, 6 visits today)