Dj Cino: A Sanremo per Eros Ramazzotti. A Milano ho trovato i … Tortelli Cremaschi

Dj Cino: A Sanremo per Eros Ramazzotti. A Milano ho trovato i … Tortelli Cremaschi

Dj, Producer (scritto e detto in inglese fa più figo, no?), Sound Designer e Music Selector: Mattia Cerri , o meglio, Dj Cino è … sempre impegnatissimo tra il suo studio di registrazione e la continua ricerca di nuovi suoni, sound e ispirazioni. Reduce da un weekend nel Granducato del Tortello, proprio nel giorno del suo ritorno nel capoluogo meneghino dove vive e lavora, siamo riusciti a intercettarlo e a scambiare quattro chiacchiere con lui.

Come va Mattia?

Bene dai: in quel di Bagnolo Cremasco, dove sono appena stato, ecco sono riuscito a rigenerarmi.

E hai mangiato i Tortelli Cremaschi?

Sì e ho fatto pure il pieno di Salva Cremasco. Sai che a Milano, in zona Sant’Ambrogio ho trovato una boutique d’alimentari fighissima dove trovo i miei amati Tortelli e il Salva.

Grande. Cosa bolle nella tua pentola creativa?

Tanta roba e sto anche pensando a future, eventuali …  melodie estive. Senza dimenticare la collaborazione attiva alla nuova produzione discografica della cantautrice Federica Abbate.

in radio la canzone di Eros Ramazzotti e Luis Fonsi: Per le strade una canzone, pezzo al quale hai collaborato va fortissimo?

Bene e sono felicissimo di aver collaborato al progetto (l’album Vita ce n’è, ndr) insieme al grandissimo Eros e a Luis Fonsi, colui il quale con Despacito ha fatto ballare tutto il mondo tempo fa.

E com’è stato lavorare con un artistone del calibro di Ramazzotti?

Ho avuto l’onore, il piacere e la fortuna di vivere un’esperienza straordinaria con un cantante affermato e conosciuto in tutto il globo terrestre. E’ una persona squisita Eros: umile, disponibile, generoso mi ha subito messo a mio agio. Sai che mi ha invitato, nell’ambito della sua partecipazione come superospite, a seguirlo in diretta all’Ariston, al Festival di Sanremo?

Però, complimenti. Senti ma hai un sogno nel cassetto?

Nel cassetto praticamente già confezionato c’è il mio disco di musica elettronica. Ora lo lascio lì, ma un giorno lo produrrò e soprattutto lo lancerò.

Del resto tu sei nato Dj, giusto?

Esattamente. Arrivai alla mia prima consolle grazie a mia cugina Dj e… con lei iniziai. Ho fatto tutta la classica trafila e dopo le prime esperienze nei locali di provincia e in quelli delle grandi città per suonare House e Techno, matrimoni e feste private compresi e incluse scelsi di andare a Milano per studiare all’Istituto Europeo di Design. Da lì sono nate varie collaborazioni e un giorno la svolta: conobbi Nicola Savino e lo seguii in Rai per collaborare alla sua ultima edizione di “Quelli che il calcio”. In quell’incredibile parentesi professionale ebbi il piacere di conoscere Marracash, quindi il contatto con la Warner Chappell e le collaborazioni con artisti del calibro di Ghemon, Alessandra Amoroso e i già citati Federica Abbate, Marracash, Ramazzotti e Fonsi. Ah che esperienza affascinante fu interagire con Savino.

E con chi invece di piacerebbe collaborare?

Se devo dire un nome dico Fabri Fibra.

Chapeau a Dj Cino, Artista sul pezzo e frizzante Eccellenza Cremasca da esportazione.

Stefano Mauri

 

 

(Visited 554 times, 41 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *