E Libero massacra Beppe Severgnini, l’uomo che sputtana gli italians

E Libero massacra Beppe Severgnini, l’uomo che sputtana gli italians

Non è la prima volta che i giornali di destra, in questo caso Libero,  in altri casi Il Giornale, divertono a sparare addosso al giornalista cremasco Beppe Severgnini. Il quotidiano ci va giù bello pesante:

Talvolta improntare il proprio pensiero all’irrilevanza più totale può portare dei vantaggi. Quindi può capitare che anche la lettura dei libri e degli articoli di Beppe Severgnini abbia dei lati positivi. Per esempio, quando vi trovate in ascensore con uno sconosciuto avete esaurito le banalità meteorologiche, potete estrarre dal cilindro una frase dell’ottimo Beppe. Una a caso, eh. Tanto non c’è pericolo che esprimano altro che luoghi comuni o plateali ovvietà. Se ne trovano parecchie pure su internet, in quei siti che collezionano citazioni casomai agli autori dei Baci Perugina mancassero idee. Perle di insignificanza, bigiotteria del pensiero. Tipo: «I professori cattivi, quasi sempre, sono cattivi professori». Oppure: «Occorre tempo per capire che gli uomini americani, prima di essere americani, sono umani».

Per leggere il resto del pezzo clicca QUI

(Visited 133 times, 26 visits today)