Emma a Milano: Restiamo umani e non c’entra la politica, ma… l’umanità

Emma a Milano: Restiamo umani e non c’entra la politica, ma… l’umanità

Bella, sensuale, a tratti irresistibile (geniale, sensualintrigante la trovata di cambiarsi, stile vedo… non vedo, direttamente sul palco, coperta soltanto da una tenda su una sopraelevata interna per calarsi poi da un palo simil lap dance tra i musicisti e il pubblico, ndr), in gran forma, ispirata e sì, gridiamolo, brava, caratteristica, unica grazie ai suoi modi popaudaci e  alla sua voce che graffia e squarcia l’anima.

Così Emma Marrone, oggi Artista completa in grado di spaccare, di emozionare ogni fascia d’età, di incantare senza stancare, di riempire la scena mai banale, martedì scorso 26 febbraio è apparsa, sul palco del Forum di Assago per la tappa milanese del Tour Exit Edition 2019. E … mai tale visione fu più meravigliosamente affascinante. Più di due ore di canzoni, attuali e pescate dal suo repertorio, balli, salti, complimenti ai fan, ringraziamenti, schitarrate (e la chitarra la strimpella benissimo la Emma nazionalpopolare) e … persino colpi, all’inizio del suo show travolgente, di batteria.

Sì Emma ha acceso di luce propria Milano confermandosi la Stella, la Fuoriclasse (merito anche delle canzoni confezionate da autori ispiratissimi) della canzone italiana. E … con quella voce emozionante, Emma ha poi gridato ai numerosissimi fan accorsi: <Restiamo umani e non c’entra la politica, ma… l’umanità>.

Vera (cantando ha pianto e si è commossa, commuovendo più volte), Densa in un mondo fluido, vibrante, bella, originale, istintiva, forte, insomma Emma è piaciuta, piace e piacerà. E chi dice ciò che pensa è da applausi. Chapeau!

Stefano Mauri

 

(Visited 43 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *