Febbre da Guadagnino, è la giornata super mediatica del Grandicato del Tortello

Febbre da Guadagnino, è la giornata super mediatica del Grandicato del Tortello

Tutte e cinque le sale del cinema Porta Nova, 1300 partecipanti all’evento. Le televisori nazionali che si interessano perché la notizia è indubbiamente ghiotta. Ci saranno Rai1 e Canale5, ci dicono, stasera al maxi evento che porterà nelle cinque sale del cinema cremasco una marea di curiosi di vedere il film del regista siculo/cremasco Luca Guadagnino “Chiamami col tuo nome”. Un film candidato a 4 Oscar, tra cui quello per il miglior film (non accadeva dai tempi de La vita è bella di Benigni), che è meglio di uno spot della Pro Loco per la Città Giocattolo.

Ci sono anche i tortelli cremaschi, che a questo punto vengono sdoganati come piatto a tutto tondo. I mei amici che già sono andati a vederlo fino ad ora ne sono tutti entusiasmi. C’è chi ha pianto per la storia di amore e formazione, chi ha ritrovato la sua giovinezza nelle campagne cremasche quieta in bicicletta, chi appunto ci ha visto tortelli e luoghi storici. Non si sentono più neppure i critici sui social network.

Una bella storia cremasca no? Gli strali per la città bloccata qualche giorno per le riprese, l’ironia sul fatto che il film usciva non usciva, noi che ci siamo divertiti a riportare le critiche di Asia Argento sul fatto che Guadagnino poi voleva rifare Suspiria, la proiezione per Crema si fa, non si fa. E adesso che la cosa è esplosa come crediamo nessuno si aspettava tutti ad appuntarsi la medaglietta dell’avevo detto.

Noi per una volta ci siamo tenuti sospesi, non so perché ma l’intuito che sparare sulla croce rossa per poi pentirsene… No scherzi a parte. Non ci saremo stasera, dovrebbe esserci una diretta streaming della parte introduttiva che magari ci vedremo da casa. Non pensate neppure di provare a trovare un posto. Le cinque proiezioni a ripetizione, 21:00-21:15-21:20-21:25-21:30, sono straesaurite (hanno pure rimbalzato tipo un giornalista ungherese che voleva venire a Crema all’ultimo minuto, se ho capito bene). Guadagnino e un paio di attori si faranno il giro delle sale per salutare i presenti Una bella passerella.

Un Granducato del Tortello, per citare Mauri che cita Grassi, così mediatico non lo si era mai visto. Il tempo di fare un analisi se ci saranno ricadute economico turistiche lo avremo. Per ora vediamo come va questo lunedì di cinema e attendiamo il 4 marzo per vedere se il film si becca un Oscar.

Emanuele Mandelli

(Visited 48 times, 3 visits today)