Il 2023 sarà un anno all’insegna della musica di Raffaella Carrà, un’icona unica ed eterna, senza fine

Il 2023 sarà un anno all’insegna della musica di Raffaella Carrà, un’icona unica ed eterna, senza fine

RAFFAELLA SENSAZIONALE.
Sensazionale come il suo animo, come la sua carriera, come i messaggi che ha mandato con la sua musica.

Il 2023 sarà un anno all’insegna della musica di Raffaella Carrà, un’icona unica ed eterna, senza fine. Un nome così potente capace di far scaturire suggestioni, immagini, ricordi ed emozioni, semplicemente pronunciandolo.

Da domani, venerdì 16 giugno, escono sulle piattaforme streaming e in digital download e si aggiungono alla discografia di Raffaella Carrà in digitale “Fiesta (Italian Edition)”, “Mi spendo tutto”, “Raffaella (1988)”. I tre dischi si aggiungono ai già pubblicati “Raffaella (1971)”, “Raffaella… Senzarespiro”, “Scatola a sorpresa”, “Milleluci”, “Felicità tà tà” e “Raffaella (1978)”quest’ultimo con all’interno il celebre brano “Luca”, simbolo di libertà e coraggio – per un totale di 9 album da questo mese disponibili in digitale!

Ancora poche copie disponibili dell’esclusivo cofanetto “RAFFAELLA CARRÀ. GLI ANNI RCA – I SINGOLI 1970-1971” (Sony Music), un box in tiratura limitata e numerata a 500 copie, con all’interno 5 vinili 7’’ 45 giri, per la prima volta colorati e con copertine fedelmente riprodotte. Il cofanetto sarà disponibile unicamente sullo Store Sony Music: https://store.sonymusic.it/prodotto/cofanetto-vinili-raffaella-carra/ 

Nel cofanetto sono contenuti i primi cinque singoli di Raffaella Carrà pubblicati dal 1970 al 1971per la RCA Italiana.  Dalla sigla “Ma che musica maestro” del programma Canzonissima ‘70, che segna l’inizio della carriera discografica di Raffaella, a “Tuca Tuca” brano lanciato durante “Canzonissima 1971”.

 

Questi i 5 singoli presenti all’interno di “RAFFAELLA CARRÀ. GLI ANNI RCA – I SINGOLI 1970-1971”:

1970 – “Ma che musica maestro” / “Non ti mettere con Bill”

1970 – “Reggae Rrrrr! (Parte Prima)” / “Reggae Rrrrr! (Parte Seconda)”

1971 – “Chissà chi sei” / “Dudulalà”

1971 – “Chissà se va” / “Perdono, non lo faccio più”

1971 – “Tuca tuca” / “Vi dirò la verità”

 

Ma non solo: Sony Music durante l’anno dedicherà a Raffaella Carrà altre uscite discografiche speciali che coroneranno e celebreranno la regina indiscussa.

 

Da questa settimana, Raffaella Carrà è la prima artista, di catalogo, ad essere scelta come Ambassador per Spotify Equal. È apparso, infatti, un billboard a Times Square a New York per celebrare l’icona mondiale che da sempre ha portato con la sua musica chiari messaggi sulla discriminazione di genere, testimoniando così il lascito di Raffaella Carrà nella società mondiale.

 

Tra i brani dai forti messaggi della discografia di Raffaella Carrà c’è “Luca, che racconta la storia di un ragazzo con i capelli biondi come l’oro che preferisce l’amore di un altro uomo a quello di una ragazza. Luca” è tra le prime canzoni italiane a raccontare il tema dell’omosessualità con audacia e spensieratezza, e per questo motivo Spotify celebra l’artista posizionando il brano in testa alla playlist Spotify Equal Italia per tutto il mese di giugno.

 

Inoltre, le hit sensazionali di Raffaella Carrà saranno disponibili in una raccolta di brani dell’icona mondiale in audio spaziale! L’album “Raffaella Carrà: Sensational Hits” sarà disponibile prossimamente e, grazie ad esso, si potrà ascoltare e godere della musica dell’artista come mai fatto prima d’ora!

 

E la musica di Raffaella non smette di suonare con Un Pride Sensazionale: il 24 giugno a Milano ci sarà un momento sensazionale per celebrare tutti insieme con il dj e producer Protopapa alla consolle. Lo show speciale per Milano Pride 2023 vedrà sul palco anche le bellissime creature di DRAMA, il queer cabaret più grande e assurdo d’Italia, che celebreranno la vita e la musica di Raffaella Carrà! La direzione artistica, condivisa con la burlesque sensation internazionale Ella Bottom Rouge, sarà arricchita dalle coreografie di Andrea Piras aka KID.

 

RAFFAELLA CARRÀ è ancora, a ottant’anni dalla sua nascita, un vero e proprio fenomeno, un personaggio eterno entrato nell’immaginario collettivo grazie al suo taglio di capelli e ai suoi movimenti, ma soprattutto un’artista intelligente e spiritosa che accetta, e lancia, qualsiasi sfida.

Raffaella inizia la sua carriera discografica con “Canzonissima 1970” e nel 1971, 3 suoi brani occupano contemporaneamente la classifica dei 10 dischi più venduti. La sua musica varca i confini nazionali, portando la sua popolarità in Spagna, America Latina, Germania, Francia, Olanda, Belgio, Inghilterra e Grecia.

Con le sue coreografie audaci e senza tempo supera censure e polemiche, e con la sua irresistibile forza di comunicazione e l’istintiva padronanza del rapporto col pubblico si afferma come la più inarrivabile comunicatrice.

(Visited 35 times, 14 visits today)