Il consigliere regionale Matteo Piloni entra a bomba su quella brutta faccenda delle nuove tangenti in Lombardia

Il consigliere regionale Matteo Piloni entra a bomba su quella brutta faccenda delle nuove tangenti in Lombardia

Questa mattina, dopo i fatti giudiziari che vedono coinvolto un sottosegretario della giunta regionale, abbiamo chiesto al presidente Fontana di riferire in aula.

Lo ringrazio per averlo fatto ed essere venuto in consiglio regionale a dichiarare quanto è a conoscenza. Bene ha fatto a “sospendere” le deleghe al sottosegretario, al contrario del segretario nazionale del suo partito e vice ministro, anche se una revoca sarebbe stato un segnale più deciso. Mi auguro avrà modo di chiarire anche quanto la magistratura ha sollevato in merito alla nomina regionale che coinvolge il socio del suo studio legale. Chiarimento che, oggi, non c’è stato.

Alla magistratura il suo compito. Certo è che, ancora una volta, la nostra Regione è al centro dell’ennesima vicenda giudiziaria a dimostrazione di un modo di fare politica figlio di 25 anni di un “sistema di potere” duro a morire e che anche questa giunta regionale fatica ad allontanare.

Seguiremo la vicenda con attenzione nell’interesse dei cittadini e dell’Istituzione, nella speranza che sia chiario tutto quanto prima.

Così postò, nei giorni scorsi, sulla sua pagina Facebook il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni.

Stefano Mauri

(Visited 110 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *