Il ristorante La Pedrera di Soncino … là dove mangiare è arte d’autore

Il ristorante La Pedrera di Soncino … là dove mangiare è arte d’autore

Il vulcanico, geniale, creativo, frizzante, appassionato e … modernista, cuoco d’avanguardia Luca Zuterni, dopo anni passati in giro per l’Italia a supporto, nelle vesti di consulente, della grande ristorazione, ecco ha deciso bene di rientrare alla base, a casa, nelle accoglienti, storiche mura del ristorante, o meglio, de “La PedreraRestaurant”, (location storica e dalla profonda vocazione artistica per merito dell’artista resident Mara Gualina), rinata, oggi grazie all’originale Luca, come “Business Lunch” (pranzi d’affare) e, naturalmente, come ristorante serale (ma è preferibile sempre prenotare) con sereni, tranquilli accenni di cucina molecolare, appunto senza stonature … che incantano e non stancano. Fondamentalmente Zuterni dietro ai fornelli cucina e sperimenta per divertirsi e … il suo menù, interpretato sulla carta dall’illustratore orceano (di Orzinuovi) Filippo Alloisio, illuminante e squarciante segue il ciclo delle stagioni con le verdure biologiche, fornite direttamente da madre natura, provenienti dall’orto annesso al locale di famiglia: una sorta di penisola artificiale (ma senza fronzoli ed inutili effetti speciali) a suo modo … “galleggiante” sulle acque. Ah … Luca cucina anche direttamente nei sassi (vere e proprie opere d’arte) raccolti nel (vicinissimo) fiume Oglio e … i gamberi cotti in siffatti capolavori (vedere e degustare per credere) vengono poi serviti a tavola sempre nelle stesse pietre fluviali.

Si fa arte culinaria innovativa alla “Pedrera” di Soncino (Borgo fiabesco) e … periodicamente nelle minimalaccoglienti sale, artisti, presentati dalla bravissima artista di casa Mara, espongono le loro opere. Ma … vedrete, già l’arredamento, un mix esplosivo tra anni Ottanta e ArtPop, del ristorante futuristico (badate bene unico per vocazione, genere, proiezione e qualità eccelsa) di LuzaZuterni (un bel tipo) è … sì una proiezione d’arte che sa emozionare. Chapeau!

Stefano Mauri

(Visited 286 times, 8 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.