Imparare in azienda: al marazzi una nuova didattica realizzata con le aziende storiche del territorio cremasco

Imparare in azienda: al marazzi una nuova didattica realizzata con le aziende storiche del territorio cremasco

Il Polo Professionale Provinciale APC – Marazzi sede di Crema ha siglato per l’anno scolastico 2016/2017 numerose convenzioni con alcune delle realtà aziendali più interessanti del territorio: Officine Gorini, Crema Diesel, RS Auto, Officina Lorenzetti, I.E. Bernasconi, Apis, Bylabel per Veneziani Cachemire, Valentino tessuti, Sarm Hyppique, definendo un legame prezioso tra scuola e mondo del lavoro. L’iniziativa si inserisce nell’ambito dei progetti di Alternanza Scuola-Lavoro ma avvia una formula innovativa e articolata, creando una collaborazione tra gruppi classe e aziende, in modo che gli imprenditori sviluppino insieme ai docenti un percorso didattico forte, fatto di lezioni in azienda con precisi scambi di esperienze, di metodi operativi e di conoscenza delle strumentazioni di lavoro. Un percorso che il Marazzi ha avviato già da 10 anni, prima ancora dell’arrivo dell’Alternanza Scuola-Lavoro.

Queste convenzioni consentono agli studenti dello storico istituto cremasco di far lezione direttamente in azienda con percorsi da 10 a 25 ore in cui imparare procedure, metodi e segreti del mestiere da chi da tempo lavora nel settore. In questo modo la formazione teorico-pratica svolta a scuola si arricchisce con l’esperienza sul campo e gli studenti possono vedere concretamente il funzionamento di apparecchiature e impianti che hanno analizzato in precedenza con i loro insegnanti. Ma non solo, vivendo alcune fasi della loro formazione all’interno di aziende affermate, i giovani possono comprendere le metodiche e le modalità operative, la prassi, i ritmi e i tempi del mondo del lavoro, osservando in sequenza e nel dettaglio tutte le fasi di manutenzione di un impianto o di un veicolo o la progettazione e realizzazione di capi di abbigliamento e il loro processo di vendita. Ogni studente nell’arco di un triennio svolge circa 400 ore di stage, cui si aggiunge il percorso formativo condotto nelle aziende.

 La parola ai docenti.

Ascoltare la voce di chi lavora è il modo più efficace per catturare l’attenzione dei ragazzi e renderli responsabili e partecipi di quello che al giorno d’oggi il mercato del lavoro richiede loro”, spiega il dirigente scolastico Prof. Adelio Maffezzoni.

Il mondo del lavoro – aggiunge il vicepreside prof. Giampietro Bonizzoni –  richiede flessibilità e aggiornamento continuo, richiede ai ragazzi la capacità di individuare i propri talenti e giocarli in maniera creativa una volta entrati in azienda. Il bagaglio di competenze e conoscenze acquisite a scuola deve essere arricchito necessariamente con la pratica e grazie alla partnership con queste aziende noi possiamo garantire agli studenti anche questa preziosa opportunità.”.

Anche l’attività didattica svolta in azienda verrà monitorata e sarà oggetto di verifica da parte dei docenti che seguiranno così passo passo tutte le fasi di apprendimento dei ragazzi – spiega la Prof. Angela Bortolotti –. “E per continuare il dialogo avviato con le aziende alcuni studenti saranno chiamati a svolgere presso di esse il proprio stage, approfondendo un percorso individuale che di certo segnerà positivamente il loro approccio al mondo del lavoro”, aggiunge il prof. Cosimo Barletta che prosegue:”colgo l’occasione per ringraziare tutte le aziende con cui la nostra scuola attiva da anni dei percorsi di stage”. “La creatività della moda vista finalmente sul campo insieme alla professionalità degli aspetti organizzativi e pratici del lavoro è davvero un insegnamento prezioso per i nostri alunni che una volta diplomati sapranno muoversi con più competenza nella ricerca di un lavoro” spiega la prof. Francesca Pollutri.

 

Le aziende partner.

I partner dell’iniziativa sono alcuni dei fiori all’occhiello del cremasco e con una solida esperienza alle spalle, a partire dalla castelleonese Officine Gorini snc, fondata nel 1979 da Marino Gorini, oggi affiancato dai figli Roberto e Giuseppe. In 36 anni di attività l’azienda si è specializzata nella riparazione di autocarri e veicoli industriali, ma anche in revisioni, collaudi di gru su autocarro e prove periodiche su cisterne, grazie al lavoro di 15 dipendenti qualificati che assicurano la possibilità di riparare contemporaneamente 10  veicoli industriali.

Negli stessi anni, per l’esattezza nel 1980 nasce Crema Diesel S.p.A., prestigiosa concessionaria di vendita di vetture e veicoli commerciali e industriali del marchio Mercedes-Benz che offre ai propri clienti anche un efficiente servizio di assistenza grazie ad un’officina specializzata. Diretto da Simona Lacchinelli, il gruppo Crema Diesel accanto all’avveniristica struttura di Bagnolo Cremasco, cui nel 2004 si affianca uno Smart Center, nel 2005 ha aperto una sede a Cremona e nel 2007 una a Pieve Fissiraga, contando oggi un team di 110 collaboratori tra tecnici, personale commerciale e consulenti di vendita.

Da 25 anni a Crema e Castelverde è attiva anche RS Auto, la concessionaria Ford che nel tempo ha sviluppato diversi servizi per soddisfare la propria clientela di appassionati per le auto americane. RS infatti non si occupa solo di vendita di auto nuove ma il titolare, Renzo Rognini, ha dato alla propria azienda una vivace dinamicità sviluppando anche un settore di vendita di auto usate e a km 0 di diverse marche e provvedendo alla creazione di un’officina meccanica, in modo da poter affiancare i propri clienti lungo tutto il percorso di vita della loro auto.

Tra gli altri partner del Marazzi sono presenti la prestigiosa realtà internazionale, la I.E. Impianti Elettrici snc del Cav. Marino Bernasconi che si occupa di installazione e manutenzione di impianti elettrici industriali e per edifici residenziali e commerciali, sia in Italia che all’estero, in particolare presso la Federazione Russa, e l’Officina autorizzata IVECO di Lorenzetti, con sede a Vaiano Cremasco, che si occupa di riparazioni di veicoli industriali e auto, con servizio di revisione e assistenza per tachigrafi digitali ed elettronici.

Per quanto riguarda il comparto moda si stanno attivando diverse collaborazioni ma molte sono già presenti da tempo e non hanno mancato di portare significativi risultati, come è accaduto con Bylabel per il brand Veneziani Cachemire. Bylabel è un gruppo imprenditoriale internazionale fondato da Roberto Veneziani nel 2011 con l’obiettivo di distribuire e di commercializzare in Italia e in Europa prodotti ad alto contenuto di innovazione e di design nelle categorie dei prodotti tessili e per la cura della persona. Bylabel ha distribuito prodotti in licenza come i profumi di Justin Bieber, One Direction, Rihanna e di altre celebrities, e ha lanciato sul mercato marchi di sua invenzione come S-tanga, S-Bra e S-Legs nell’ambito della lingerie femminile. Di recente ha sviluppato una propria linea di filati in cachemire (in vendita anche a Crema) disegnati dal proprio dipartimento Stile in Italia e realizzati con Cashmere proveniente dal Nepal dove è presente la felice combinazione di una materia prima di grande qualità e una tradizione tessile secolare. Con Bylabel Marazzi ha realizzato due importanti iniziative: un interessante percorso di formazione sul marketing e sulla comunicazione del prodotto grazie ad una serie di lezioni tenute da Roberto e Mariangela Veneziani con le classi V e III Moda, un concorso per il design del tessuto con cui realizzare una sciarpa della collezione invernale, rivolto a tutte le classi e vinto da Luca Galletti e Jawaher Mhamdi della classe V Moda.

Altro storico partner del Marazzi è Valentino tessuti, realtà commerciale fondata da Valentino Galvani e specializzata nella vendita di tessuti, tende e sistemi per tendaggi, piumini, coperte, materassi e biancheria da letto, che da anni ospita gli alunni del Marazzi in stage offrendo occasioni di studio di una vasta gamma di tessuti.

Nuova acquisizione è invece l’azienda APIS Italia, realtà storica fondata 50 anni fa da Gino Bregalanti, presenza leader per il cappellino da ciclismo tanto che non c’è squadra professionale che non acquisti i propri cappellini da APIS, amata anche dai più grandi campioni del ciclismo come Bartali e Coppi. Oggi l’azienda, attiva nel mercato italiano e internazionale, è specializzata nella realizzazione di abbigliamento sportivo per il ciclismo e non solo e da 10 anni ha aperto una sezione dedicata all’abbigliamento da lavoro e promozionale e all’oggettistica.

Dal ciclismo all’ippica, il Marazzi ha siglato una convenzione anche con l’azienda di Chieve Sarm Hyppique specializzata in prodotti made in Italy dedicati all’abbigliamento per l’equitazione.

 

Una nuova iniziativa solidale: “Amici del Marazzi”.

Con tutte queste aziende e con altre ancora presso le quali gli studenti dell’Istituto Marazzi svolgono attività di stage, da quest’anno è attiva una nuova iniziativa, “Amici del Marazzi”. Si tratta di una piccola iniziativa volta ad avvicinare la nostra scuola e le “aziende amiche” con le quali da tempo collaboriamo e alle quali vorremmo chiedere un gesto solidale per rendere più efficace la nostra didattica là dove mancano le concrete possibilità per farlo. Da un lato il Marazzi presenta  una lista di oggetti che possono aiutare a “fare scuola” nel modo migliore, dall’altro lato le aziende possono scegliere di acquistare direttamente e liberamente uno o più oggetti da fornire alla scuola o regalare apparecchiature che non vengono più usate. Insieme, con poco, attiviamo reali possibilità che spesso la burocrazia rende di lenta e difficile attuazione. Amici del Marazzi si ispira alle più consolidate realtà presenti in ambito teatrale quali “Amici del Piccolo Teatro” e “Amici della Scala” che si rivelano modelli vincenti.

 

Sabato 21 gennaio: giornata aperta al Marazzi.

La collaborazione del Marazzi con le aziende cremasche è un passo importante verso un dialogo sempre più ampio con il mondo del lavoro che da oltre 80 anni è al centro dell’attenzione dell’Istituto di Crema, il più attivo del territorio a livello di esperienze degli studenti in azienda. E non a caso l’espressione “una porta aperta sul mondo del lavoro” è da tempo lo slogan della scuola che sabato 21 gennaio dalle ore 9.30 alle ore 12.30 sarà aperta agli alunni delle scuole medie che desiderano proseguire gli studi nell’ambito della formazione professionale e vogliono sapere come sono strutturati i corsi del Marazzi ma anche accedere in visita ai suoi laboratori o iscriversi a un breve stage per “sperimentare” un giorno di scuola superiore.

Per info www.poloapcmarazzi.gov.it

(Visited 72 times, 17 visits today)