La Cantina Botticella coi suoi vini rispetta la terra e porta la Sicilia nel mondo. E che Passito da Tortelli e Salva Cremasco Dop è il Fuddria

La Cantina Botticella coi suoi vini rispetta la terra e porta la Sicilia nel mondo. E che Passito da Tortelli e Salva Cremasco Dop è il Fuddria

TradizionePassione e Professionalità: iniziali maiuscole doverose, beh caratterizzano l’Azienda vitivinicola Botticella (www.tenutebotticella.com), fondata nel 1980 e i suoi 40 ettari di vigneti sparsi nei territori del trapanese. Da quelle parti, tradizione e avanzamento tecnologico sono continui fattori di crescita della cantina fondata da don Diego Maggio, in una delle zone più alte del territorio Marsalese: Contrada Digerbato, terra densa di storia. Syrah, Inzolia, Catarratto, Nero D’Avola, Chardonnay e Grillo i vitigni coltivati. Dal 2002, con il graduale sostegno entusiastico di figli e nipoti, per Botticella arriva il momento della svolta, con l’ammodernamento della cantina, nuovi investimenti e nuove attrezzature, strategie tese a dare un’impronta biologica e sostenibile, poiché per fare vino non occorre solo coltivare la terra bisogna anche rispettarla. I 55 ettari vitati, coltivati secondo i dettami biologici certificati, danno due vini rossi, due bianchi e un passito. I rossi, sono il Don Diego Igt Sicilia, Syrah in purezza e il Gilea Rosso Igt Terre siciliane: Nero dAvola al 100 per cento. I bianchi, sono Gilea Bianco, blend di Inzolia e Chardonnay e  l’Amir, il Grillo in purezza. Poi un vino dolce, il Fuddria, il passito di Pantelleria. Volete osare? Quest’ultimo gioiello, ottenuto da uve Zibibbo in purezza, con l’uva appena raccolta sottoposta a un appassimento naturale, sotto i raggi del sole e raffreddata dal vento soffiato dal mare, abbinato ai Tortelli Cremaschi rappresenta una tentazione intrigante, squarciante. Col formaggio Salva Cremasco Dop stagionato, semplicemente è una poesia che culla: Degustare per credere!    

stefano mauri

(Visited 42 times, 42 visits today)