La Curva Nord del Crema intitolata ad Olmi si scopre pure eticamente, densamente multietnica

La Curva Nord del Crema intitolata ad Olmi si scopre pure eticamente, densamente multietnica

E’ una febbre positiva e contagiosa quindi quella cremina, una febbre da tifo in grado di attirare allo stadio, per la precisione domenica scorsa 10 gennaio, per il derby (purtroppo perso dai Cantoni&Zilioli Boys) col Fanfulla, bimbi (l’ingresso era gratuito), famiglie e gente (cosa buona e giusta) di diversa etnia. Aspettando la Musalla quindi, o meglio, il centro culturale arabo, Crema, anche grazie al football, si scopre quindi positivamente sempre più multietnica. Chapeau!

Stefano Mauri

(Visited 48 times, 14 visits today)