Manuel Gimari: “Chapeau a Fedez, Negroni da riscoprire e se il sindaco di Milano fosse stata la Raggi?”

Manuel Gimari: “Chapeau a Fedez, Negroni da riscoprire e se il sindaco di Milano fosse stata la Raggi?”

Secondo Wikipedia, il Negroni è un cocktail da aperitivo alcolico dal tipico colore rosso chiaro, a base di vermut rossobitter Campari e gin, riconosciuto ufficialmente all’IBA, nonché uno dei più famosi al mondo.

Fu ideato a Firenze nel tra 1919 e il 1920 dal conte Camillo Negroni. Negli anni Venti il conte era solito frequentare l’aristocratico Caffè Casoni in Via de’ Tornabuoni a Firenze (locale in cui verrà trasferita in seguito l’attività del già esistente Caffè Giacosa, successivamente passato fra le proprietà di Roberto Cavalli) e, per variare dal suo abituale aperitivo Americano, chiese al barman Angelo Tesauro (secondo altri autori però pare che fosse Fosco Scarselli) di aggiungere un po’ di gin in sostituzione del seltz, in onore degli ultimi viaggi londinesi. Il nuovo cocktail divenne noto come l’Americano alla moda del conte Negroni”, ovvero un Americano con un’aggiunta di gin, e in seguito prese il nome del conte stesso.

Ebbene… sostiene Manuel Gimari, l’oste Dandy d’Italia, dalla sua Montodine, (ah … come si mangia da Re e si beve da Regine all’Osteria Del Torre: nella piazza montodinese da Oscar grazie al film “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino, ndr) che … il cocktail, orgogliosamente italiano, vada assolutamente riscoperto.

Che mi dici in merito Manuel?

Il Negroni, coi suoi tipici ingredienti artigianali italici è appunto Eccellenza Italica da esportazione nel mondo e a mio modeste parere, chiaramente parlo della mia esperienza in terra cremonese – cremasca, da riscoprire, far conoscere, rilanciare e riapprezzare. E tocca a noi professionisti del settore questo compito, ma rispolverare il Made in Italy è decisamente cosa da fare in questi tempi di ripartenza e convivenza col virus.

Da musicista ed ex componete di una band, che mi dici del monologo di Fedez sul palco di Roma in occasione del Concerto del Primo Maggio…

Chapeau a Fedez, musicalmente prodotto, tra le altre cose, da Davide Simonetta, autore – compositore ispiratissimo, di Bagnolo Cremasco. Certi eccessi provenienti da determinate fazioni politiche e la censura vanno condannati a gran voce. Ergo ha fatto bene Fedez a evidenziare determinate storture.

Da milanista quale sei dammi una risposta secca: Milan o Juventus in Champions League?

Forza Milan sempre. Mi fai però dire una cosa sull’Inter?

Complimenti al meritato Scudetto nerazzurro, ma il comportamento di quei tifosi, ammassati in alcuni scorci di Milano per festeggiare il “Titolo”, mentre bar, ristoranti, commercianti e cittadini continuano a convivere col Coronavirus e con le restrizioni, proprio non mi sono piaciute. E se al posto del dottor Sala, il sindaco di Milano fosse stata Virginia Raggi, mah … chissà quante polemiche l’avrebbero investita, no?   

sm

(Visited 90 times, 90 visits today)