Mentre gira “Poe 2020” e prosegue il montaggio de “La Strega di Baratti”, il regista Saccomano riceve sempre premi con “Nero Fiorentino” nel mondo

Mentre gira “Poe 2020” e prosegue il montaggio de “La Strega di Baratti”, il regista Saccomano riceve sempre premi con “Nero Fiorentino” nel mondo

“… Continuano a ritmo serrato le riprese sul set di “Poe 2020” il mio nuovo film realizzato in collaborazione con Valentina Danelli (direttrice fotografia)  e Giovanni Villa (assistente alla regia), sul set oggi ci sono anche Simone Gaigher (fonico), Denise Succurro (make up e segreteria), oltre agli attori Nino Patti, Lele Violini e Lole Boccasasso…stay tuned!!!

E mentre si girano le scene e nascono nuove storie cinematografiche tra storia, cultura. Fantasia e attualità … per la serie arrivano altri premi e riconoscimenti: Habemus Gaudium Magnum!

Sì perché “Nero Fiorentino” (Florence in Black-the murders of the Monster of Florence) ha vinto pure il Premio Emerald Peacock, per il miglior film a San Pietroburgo! Abbiamo sfondato anche in Russia quindi, dove solitamente i film italiani sono visti sempre con una certa diffidenza…”

Così postò via social nei giorni scorsi il regista, esperto appassionato di Ufo, Mistery e criminologia, musicologo, scrittore, cronista, critico teatrale e musicale Gianpaolo Saccomano, pavese Rock e propositivo, nonché cremasco d’adozione.

Ah … per “Florence in Black” potrebbero arrivare apprezzamenti e riconoscimenti anche dal Kuwait. Senza dimenticare che il lungometraggio di Saccomano, indica una pista, più che mai attuale e tutta da studiare e interpretare, su quello che potrebbe essere stato il vero “Mostro di Firenze”.

Prossimamente invece, la troupe esterna di Saccomano dovrebbe essere impegnata a Crema per girare, nella capitale del Granducato del Tortello, scene in esterna di “Poe 2020”. Ed è in fase di montaggio finale “La Strega di Baratti”, un altro lungometraggio del creativo, eclettico, sempre sul pezzo Saccomano.

stefano mauri

 

(Visited 11 times, 11 visits today)