No, Crema non è una città per pedoni: auto, moto e bici sfrecciano ovunque. Vero?

No, Crema non è una città per pedoni: auto, moto e bici sfrecciano ovunque. Vero?

“Centro storico abitato, velocità 30Km\orari. E la velocità è controllata dal vostro buon senso e rispetto!!! Grazie!!! Gli abitanti di via Valera e Vicolo Rino”:
questo il testo del cartello, apparso nei giorni scorsi in via Valera, popolare scorcio cittadino (e un tempo, tanti anni fa, posticino assai vivace) in pieno centro storico, nella parrocchia di San Benedetto.
E … in effetti, ecco tutti i torti, l’autore dell’appello che vedete in fotografia, forse non ha.
Sì perché tra biciclette (ah … questi ciclisti) che sfrecciano un poco ovunque e soprattutto amano, prediligono per così dire… il fiondarsi sui passaggi pedonali, nei sensi unici, in via Mazzini e dintorni, automobilisti indisciplinati (le strisce pedonali, per fare un esempio, di via Gaeta? Più facile trovare 500 euro per terra che qualcuno che si fermi) e sfreccianti, motociclisti monelli (non tutti per carità): Crema capitale del Granducato del Tortello pare non sia una città ideale, idealista per i pedoni.
Ah … non dimentichiamo i parcheggi selvaggi (fate un giro, se potete, dalle parti di via Borgo San Pietro il mercoledì verso le 12.30) e piazza Garibaldi (ben venga in tal senso la rivisitazione), altri scorci cremaschi che, mah così come sono non vanno.
Dovremmo infine essere tutti sportivi (e marciatori in particolare dato che camminare fa bene) provetti dopo “Crema Città Europea per lo Sport 2016”, purtroppo sovente lo facciamo, nelle vesti di piloti, sulle strade urbane anziché scegliere i circuiti. Mah.

Stefano Mauri

(Visited 102 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.