Poesie del venerdì, un sottile filo rosa tra Crema e il Giro d’Italia

Poesie del venerdì, un sottile filo rosa tra Crema e il Giro d’Italia

Il Giro d’Italia è alle porte, Crema e il Cremasco al ciclismo hanno dato tanto (corridori, dirigenti, tecnici), parecchio,  presto uscirà un SussurSport ad hoc per spiegare il Filo Sottile rosso che accumuna il Grande, compianto Marco Pantani alla nostra città. Prossimamente parleremo  pure del Ghepardo Ivan Quaranta, meteora ciclista (ahimè scioltasi subito) che, nella primavera 2000, appunto al Giro era considerato l’erede dello sprinter Cipollini. Cremaschi gente da bicicletta verrebbe da dire.

Dennis Barbieri poi, negociant enogastromico romantico, a breve potrebbe portare in tour, per la Bassa, la Bottiglia Ufficiale del Giro d’Italia 2014 Made in  Astoria.

Cuore Rosa

Ed è un cuore Rosa

Se pedalare

Fa rima con amore

E sa far sognare

Guardando oltre, avanti:

Che quando la bicicletta

Anima lo sport

Quello vero, pulito

Nascono emozioni,

Fughe in grado d’incantare,

Toccando l‘anima

Senza stancare

Per poi festeggiare

Al traguardo festante

Con  Astoria,

Bottiglie d’autore

Sempre in grado

Con stile eleborato,

Come la Gazzetta

Di fissare ogni vittoria

Rendedola così

Storia Rosa che resta

 Stefano Mauri

 

(Visited 64 times, 6 visits today)