Quanto si è borghesizzata la sinistra (anche cremasca) tanto da accettare l’utero in affitto di Vendola

Quanto si è borghesizzata la sinistra (anche cremasca) tanto da accettare l’utero in affitto di Vendola

Benvenuto Tobia. Auguri e felicità a te e ai tuoi genitori Nichi Vendola ed Ed Testa”, così ieri alle 18.27 Twittava il deputato cremasco di Sel Franco Bordo. La paternità di Vendola è il caso politico nazionale del momento. Impossibile esimersi da un po’ di analisi. Tra i primi commenti al tweet di Bordo arriva, ficcante, quello di Franco Geroldi. Che non ha mai peli sulla lingua: “quanto è stato pagato?”. Lasciamo per un attimo lì la domanda.

Stamattina il coordinatore cremasco di Rifondazione Comunista Andrea Serena ha condiviso sul suo profilo Facebook un articolo di Popoff Quotidiano dal titolo No Vendola, l’utero in affitto è una violenza di classe. E ha poi commentato: l’utero in affitto non è di sinistra. Insomma qualche dubbio sull’operazione c’è anche nelle fila della sinistra cremasca? Indagheremo.

Intanto qualche considerazione va fatta. Intanto ad ora, visto che la Stepchild adoption è stata stralciata dal DDL Cirinnà Vendola tecnicamente non è padre di nessuno. Non ha diritti sul piccolo Tobia che è figlio di uno spermatozoo canadese, di un ovulo californiano, di un utero indonesiano. Di italiano ci sono per ora solo una bella pigna di euro messi per pagare l’operazione.

Nulla contro il fatto che sia figlio di una coppia omosex. Il ragionamento sarebbe identico anche se fosse figlio di una ricca coppia borghese che non può avere figli e che può permettersi questo tipo di operazione. Già. Perché una coppia proletaria una cosa così non la potrebbe fare. Quindi la disuguaglianza sta qua. Nei soldini. Al massimo potrebbe cercare di adottare un bambino da un orfanotrofio, e forse sarebbe più sensato.

Il paragone, un po’ stridente e cattivo lo so, ma calza, è quello della famiglia che vuole un bel cagnetto. C’è chi spende qualche migliaio di euro per il bel cane col pedigree preso apposta e ordinato su misura e chi va al canile e si prende uno dei poveri cani che stanno abbandonati li. Quindi la più grossa critica che posso muovere alla sinistra odierna è quella di essersi dannatamente borghesizzata ed avere accettato senza neppure rendersene conto che con i soldi in tasca si può fare tutto quello che ti pare. Anche andare contro le leggi vigenti attualmente nel nostro paese.

La stessa identica cosa di chi va ad Amsterdam a farsi le canne, li l’uso di droghe leggere è legale; oppure di quello che va a Lugano a farsi una rilassante scopata, la prostituzione in Svizzera è normata meglio che nell’Italia bacchettona. Certo lo puoi fare. Se hai i soldini di prendere e andare a farti questi giri altrimenti stai qui fumi le nazionali senza filtri e speri che tua moglie te la smolli. Vendola ha mostrato quindi a tutti che la sinistra italiana oggi è diventata molle e borghese. Disposta a prendersi tutto quello che gli pare, basta avere i soldi ed andare al di fuori dei patri confini.

Tobia avrà una vita felice, ne sono certo. Non avrà problemi economici. Sarà allevato da una tata che costerà migliaia di euro al mese (oh non sto dicendo che ci vuole per forza la figura di una donna neh, per carità), andrà nelle migliori scuole e starà presumibilmente lontano dagli ambienti malsani. Quasi quasi chiedo di essere adottato.

Emanuele Mandelli

(Visited 36 times, 7 visits today)