Sanremo 2019, le pagelle del regista Gianpaolo Saccomano

Sanremo 2019, le pagelle del regista Gianpaolo Saccomano
  • SANREMO 2019, le mie pagelle
    ACHILLE LAURO: 7 farà successo, nonostante il duetto con Morgan
    ANNA TATANGELO: 6,5 il Sanremo della tradizione
    ARISA: 6,5 mezza canzone è un deja vu
    BOOMDABASH: 6 – il reggaeton dell’estate riminese
    DANIELE SILVESTRI: 8 lui ha sempre quel “qualcosa” in più
    EINAR: 5 troppo commerciale
    ENRICO NIGIOTTI: 7 – – i nonni fan sempre tenerezza
    EX-OTAGO: 5 – – non ci siamo
    FEDERICA CARTA e SHADE: 6,5 duetto carino
    FRANCESCO RENGA: 6 si ripete troppo, vive di rendita
    GHEMON: 7 ci siamo, è anche personaggio
    IL VOLO: 6 – – poco credibili
    IRAMA: 6,5 il ragazzo può fare molto di più, aspettiamo di sentirlo con Noemi
    LOREDANA BERTE’: 9 lei è indiscutibile, anche se non è una delle sue migliori canzoni
    MAHMOOD: 6 ancora acerbo, lo aspettiamo al varco
    MOTTA: 5 testo banalotto
    NEGRITA: 7 – – piacevole, bella l’idea del fischiato
    NEK: 6,5 altro furbacchione che si ripete spesso
    NINO D’ANGELO e LIVIO CORI: 7 bravi, ma li snobberanno
    PAOLA TURCI: 7 + lei è molto in forma, ma la canzone è così così
    PATTY PRAVO con BRIGA: 6 come coppia sono molto buffi
    SIMONE CRISTICCHI: 8 testo da poeta, adatto ad un reading teatrale
    THE ZEN CIRCUS: 6 – – suvvia, possono dare molto di più
    ULTIMO: 7 ma è probabile che vinca o si piazzi nella terna

 

Gianpaolo Saccomano

(Visited 200 times, 13 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *