Tananai racconta come è nata “Sesso Occasionale”, il suo pezzo sanremese scritto anche dal cremasco Davide Simonetta

Tananai racconta come è nata “Sesso Occasionale”, il suo pezzo sanremese scritto anche dal cremasco Davide Simonetta

Raccolto dal web, ecco uno stralcio di un’intervista di Tananai, cantante, autore e producer in gara al Festival della canzone Italiana 2022. Tra gli autori del suo pezzo sanremese, l’ispiratissimo Davide Simonetta.

Non dev’essere stato facile decidere quale brano portare a Sanremo Giovani e quale giocarsi, eventualmente, al Festival. Che ragionamento ha fatto ?
Per Sanremo Giovani ho voluto un pezzo ‘bipolare’ che fondesse le mie due anime, quella melodico-romantica e quella elettronica, da producer, lasciando per il Festival quello che mi sento più addosso in questo momento. Una scelta ‘di pancia’ di cui, però, sono molto convinto.

S’intitola “Sesso occasionale”…
La considero un inno a non so cosa… però non al sesso mordi e fuggi come lascerebbe intendere il titolo. Piuttosto un inno al ‘primo contatto’, a quell’incontro tra due persone da cui nasce una relazione.

La firma assieme a Davide Simonetta, Paolo Antonacci e Alessandro Raina.
Sono amici con cui mi trovo in grande sintonia, tant’è che l’abbiamo scritta e prodotta in poche ore il giorno stesso di metà ottobre in cui scadeva il termine di consegna.

Parlando di canzoni, quanto si sente condizionato dal contesto in cui vive? 

Milano influenza molto la mia scrittura, perché la sua caratteristica è quella di non appartenere solo ai milanesi come me, ma a tutti. Quando in ‘Esagerata’, ad esempio, cito Via Lecco parlo di una strada del mondo.

(Visited 22 times, 22 visits today)