Una giornata di festa ed impegno con la Società Umanitaria a Vailate

Una giornata di festa ed impegno con la Società Umanitaria a Vailate

Sabato 19 settembre si tiene una giornata aperta nella suggestiva cornice dell’ex Convento di Santa Maria delle Grazie a Valiate, per far conoscere ai visitatori i progetti che in questi anni hanno preso piede sul territorio e che costituiscono un’azione comune contro il disagio e l’esclusione sociale.

 “Il Convento in Festa” è un’opportunità per trascorrere una giornata tra i porticati e i giardini del convento seicentesco, donato alla Società Umanitaria dal mecenate vailatese Felice Ferri e completamente restaurato pochi anni or sono in accordo con la Sovrintendenza per i Beni Archeologici e per il Paesaggio della Lombardia e per scoprire insieme al personale dell’Umanitaria il corpus di attività che qui convivono: la nuova Residenza “Felice Ferri”, realizzata con il contributo della Fondazione Cariplo, rivolta a persone anziane che conservino un sufficiente grado di autonomia e che tuttavia necessitino di un ambiente controllato e protetto per un sano “invecchiamento attivo.

 Tra le nuove iniziative della prossima stagione, Società Umanitaria ha deciso di organizzare anche a Vailate, così come nella sua sede milanese, dei corsi di formazione per giornalisti, inaugurando il ciclo con un incontro intitolato “La rappresentazione della disabilità”. Il corso, tenuto da Giovanni Merlo, direttore di Ledha, serve ad approfondire gli aspetti connessi alla percezione sociale della disabilità, spesso filtrata da una moltitudine di stereotipi, fornendo al contempo spunti di riflessione sulle questioni normative di tutela dei diritti e per dare indicazioni essenziali per la sua rappresentazioni sui mass media.

 Il corso di formazione, gratuito, è aperto anche agli operatori delle associazioni del territorio attivi nel mondo della disabilità. Negli appartamenti al terzo piano è attiva “Casa Riccardo”, un progetto nato grazie ad ASA – Associazione Sindrome di Asperger e Diesis, che ha per finalità quella di proporre ad adolescenti e giovani adulti con Sindrome di Asperger o autismo ad alto funzionamento un’occasione di autogestione esterna al consueto ambiente domestico famigliare e sociale; senza dimenticare lo spazio dedicato ai più piccoli, ovvero l’Asilo nido “Le Coccinelle”, che offre percorsi formativi ed esperienze piacevoli in un ambiente stimolante e tranquillo. Alle 13.00 tutti in compagnia con un rinfresco offerto dalle mamme di “Casa Riccardo”. E’ gradita la prenotazione allo 02.57968307.

(Visited 53 times, 10 visits today)