Zombi rock storie di morti in musica, Bruno Lauzi un geniale nano ligure

Zombi rock storie di morti in musica, Bruno Lauzi un geniale nano ligure

Ma chi sarà quel piccoletto un po’ goffo con i riccioloni già canuti, cazzo avrà si e no vent’anni, che si aggira stasera per il locale? Accento marcatamente ligure, sorriso largo, occhi curiosi. Dice che ha studiato alla scuola di interpreti qui in città e che adesso sta frequentando legge. Ecco, ci mancava un avvocato al Derby. Il chirurgo già ce l’avevamo.

Spiega di essere nato nell’entroterra ligure, a l’Asmara nel 1937, di essere cresciuto a Genova, e da qualche tempo di vivere a Varese. Dice di chiamarsi Bruno… Bruno Lauzi, mi pare, e di cavarsela con la chitarra. Diamogli subito
l’occasione allora. Nel casino generalizzato del Derby nel 1959 tutto è lecito. Ci sono i Gufi con il loro cabaret, Giorgio Gaber e Umberto Simonetta, Enzino Jannacci, Lino Toffolo. Un sacco di idee, ma spesso manca proprio un chitarrista. Bruno dice che ha suonato in un complessino jazz, la Jelly Roll Morton band, o giù di lì. Lo metteremo alla prova. Ma qui il jazz non
va mica bene. Dal jazz sono passati anche Gaber e Tenco ma han cambiato idea… ci mancherebbe.

Qui la gente vuole ridere. Mah, sinceramente la faccia da nanerottolo di Bruno e le sue movenze buffe fanno tenerezza, ma ridere… staremo a vedere. Dice anche che scrive canzoni… Qui tutti pensano di saper scrivere canzoni. Vedremo anche questo. Per adesso imbraccia la chitarra vah
piccoletto ligure, che stasera serve un chitarrista che accompagni Lino… dai.
Bruno Lauzi ha scritto canzoni memorabili, una su tutte,

Ritornerai, che mi ricorda sempre la scena finale del film La messa è finita di Nanni Moretti. Per gli altri ne ha scritte di ancor più memorabili, una su tutte, Piccolo uomo, per l’amica Mia Martini. Ne ha interpretate se possibile di ancor più memorabili, una su tutte Genova per noi , dell’avvocato, lui si, Lauzi si ritirò a due esami dalla laurea, Paolo Conte. Dal Derby imparo a scherzare su se stesso e sulla vita. E imparò a scrivere canzonicine fantastiche come La Tartaruga, o per l’amico Lino Toffolo, Jonny il Bassotto.

Nome: Bruno Lauzi
Italia
(1937 - 2006)
Discografia:
Amore caro amore bello
La tartaruga
Palla al centro
Piccolo grande uomo
Nostaljazz
Ciocco latino
Tratto dal libro Zombi rock di Emanuele Mandelli

 

 

(Visited 70 times, 21 visits today)