Anche a Crema l’8 marzo lo sciopero generale delle donne

Anche a Crema l’8 marzo lo sciopero generale delle donne

Libere dal capitalismo, Libere dallo sfruttamento, Libere dalla violenza

Nel 2019 le donne sono libere? Crediamo di no. Anzi crediamo che la crisi economica abbia favorito un ulteriore peggioramento delle condizioni di vita delle donne, specialmente delle giovani e delle lavoratrici.

Oggi una donna guadagna mediamente il 23% in meno di un collega uomo

Si calcola che 1 donna su 3 abbia subito violenza fisica o sessuale nella vita

L’8,7% delle donne è stato licenziato o costretto a licenziarsi a causa della maternità

Sulle donne ricade ancora la vasta parte del lavoro domestico e della cura di figli e anziani, tanto che, per risultato dei continui tagli allo stato sociale, una donna lavora 700 minuti alla settimana in più rispetto agli uomini.

Alle donne è negato pure di disporre liberamente del proprio corpo e della propria vita: in Italia il 70% dei ginecologi è obiettore di coscienza, il diritto all’aborto è quasi negato.

Attacchi alle donne arrivano anche dal governo, dove Pillon, ministro leghista della famiglia, ha proposto una legge per rendere il divorzio più difficile, costoso e punitivo.

Per questo rivendichiamo:

  • Applicazione del pieno diritto all’aborto. Abolizione dell’obiezione di coscienza del personale medico.
  • Ripristino e potenziamento dei consultori pubblici.
  • Rete capillare di asili nido e scuole materne, pubblici e gratuiti, che coprano l’effettivo orario lavorativo.
  • Rete di strutture pubbliche per il sostegno ai parenti anziani.
  • Piena parità salariale uomo-donna

Per questo facciamo appello ad aderire allo sciopero generale delle donne e a scendere in piazza, venerdì 8 marzo 2019 alle ore 18:00 in piazza Garibaldi, Crema.

(Visited 38 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *