Bilancio di Crema, la relazione introduttiva di Cinzia Fontana

Bilancio di Crema, la relazione introduttiva di Cinzia Fontana

Buona sera a tutti,

 

              Come da tradizione inaugurata con questo secondo mandato amministrativo, siamo lieti di potere presentare questa proposta di Bilancio 2019 – 2021 con anticipo rispetto alla passata tempistica di approvazione, con la precisa volontà di rendere il documento pienamente operativo da fine gennaio 2019 e consentire la continuità dell’azione amministrativa e dei nostri uffici e servizi, senza ritardi ed impedimenti. Un obiettivo importante e ancora non frequentissimo, sia nel contesto locale, sia nel panorama nazionale, con un documento contabile sovente approvato ad esercizio finanziario già ampiamente avviato.

              Certamente la volontà politica in tal senso è decisiva, accanto alla collaborazione dei nostri uffici e servizi, che se pure in un periodo di lavoro particolarmente intenso e straordinario, per tante progettualità giunte a maturazione nelle ultime settimane, ci hanno affiancato con competenza e professionalità.

              Eccoci dunque a presentare un documento di bilancio in cui sul piano degli Investimenti, dopo un lungo ciclo negativo, grazie al cambiamento delle regole sul patto di stabilità e gli investimenti introdotte tra il 2015 e il 2016, registriamo qualche inversione di tendenza; la scelta, da ormai un paio d’anni dello sblocco dei limiti operata a livello centrale ha creato le condizioni per sostenere le amministrazioni locali in qualche politica di investimento pubblico un poco più significativa, che anche a livello locale possiamo sperimentare.

              Per il 2019 permane tuttavia una situazione contingente di sofferenza per i Bilanci comunali per quanto riguarda la Spesa corrente, circostanza cui anche il nostro bilancio non sfugge.

              In Parte Entrata non vi sono altre possibilità di manovra sul piano dei margini di operatività fiscale di competenza. L’ultima manovra fiscale risale al 2013, con l’aumento della Addizionale Comunale Irpef, rispetto alla quale si conferma il range di esenzione già introdotto dal 2017, sino ad un reddito di 18mila euro annui. La politica tariffaria dell’ente prevista per il 2019 non è stata toccata, permane pertanto quella messa a punto nell’anno 2015 e da allora mai aggiornata. 

              Per quanto riguarda la Parte Spesa, non posso che evidenziare il lavoro già operato nel primo mandato amministrativo, con una riduzione dell’incidenza del costo del personale pari al 12% in cinque anni, ora stabilizzato, con la rinegoziazione di servizi e forniture, con revisioni contrattuali e gestionali, quali il sistema dei parcheggi a pagamento, l’illuminazione pubblica, e con la razionalizzazione delle società partecipate. Tutte operazioni che hanno portato benefici alla parte corrente del bilancio, ma che non conducono ad una situazione di equilibrio strutturale e consolidato, sempre in parte corrente, fra l’entrata e la spesa, con la conseguenza che anche per questa annualità 2019 il pareggio viene conseguito inserendo voci di entrata non strutturali, ma “una tantum” per circa 2 milioni di euro, recuperate da quote arretrate di fiscalità e sanzioni, da introiti da società partecipate, da oneri di urbanizzazione e da previsione di impiego di avanzo di amministrazione che si concretizzerà dopo la approvazione del rendiconto 2018.

              Teniamo conto che il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta ponendo limiti sempre più stringenti all’avanzo di amministrazione e che lo stesso tende fisiologicamente comunque a ridursi, con la conseguenza che nei prossimi anni si renderà necessario studiare un quadro di misure e di scelte complessive che, salvaguardando i servizi attualmente erogati ai cittadini, ne consenta modalità gestionali compatibili con la stabilizzazione del pareggio di bilancio.

              Tutto ciò premesso, il Bilancio del nostro Comune si attesta su una previsione 2019 che registra questi “macrodati”, certamente poi illustrati in modo più analitico e puntuale nella relazione dell’Assessore Cinzia Fontana e nella documentazione a vostra disposizione.

              Una entrata di parte corrente di 34.435,082,47 euro, oltre una quota di avanzo d’amministrazione prevista pari ad euro 658.099,55, destinato  a finanziare FCDE Fondo Crediti Dubbia Esigibilità.

              Una spesa di parte corrente di 34.615.080,20 euro, cui si aggiungono 2.108.101.82 di oneri per rimborso prestiti e mutui.

              Alienazioni 2019 previste per 2.972.030,00 euro, che contribuiscono a finanziare, insieme a 218.213,44 euro di avanzo di amministrazione non imputato a parte corrente, e a 950.000 euro di oneri di urbanizzazione, insieme ad altre poche voci, un Piano delle Opere pubbliche 2019 per 4.211.353,44 euro.

                Numeri importanti, che vanno accompagnati ovviamente da alcuni dati di contesto, per risultare più comprensibili, anche nelle scelte che sottendono.

              Intanto, la novità del D.U.P., strumento che si propone di riunire in un unico atto, a monte del Bilancio di Previsione Finanziaria, le linee programmatiche, le analisi, gli indirizzi e gli obiettivi che devono guidare la predisposizione del Bilancio stesso e del Piano Esecutivo di Gestione e la loro successiva gestione.

              Le relazioni illustrative dei singoli assessorati intendono accompagnare e facilitare la lettura proprio relativamente alla parte attuativa ed operativa del DUP, in capo agli assessorati di riferimento.

Ciò premesso, possiamo dire che il Bilancio 2019 trae le sue basi dai dati di previsione 2018, con una capienza che lascia intuire una complessiva sostenibilità.

              Il quadro sopra descritto consente di garantire i medesimi servizi dello scorso anno, con invarianza di risorse per tutti i settori, a partire da quello dei Servizi Sociali, che ormai punta a consolidare il nuovo modello del Welfare di Comunità, attraverso le zone sociali e le reti di Fare legami per azioni più significative in sostegno della domiciliarietà, di progetti di vita delle persone con disabilità e dei Patti di Comunità, così come declinato dalle linee adottate con il nuovo Piano di Zona, approvato nel 2018, cardine della programmazione triennale del Welfare. Di questi giorni anche la firma della nuova convenzione di Co-Progettazione Sociale, a seguito della procedura di evidenza pubblica di natura non competitiva effettuata, con aggregazione di numerose realtà locali del terzo settore, della cooperazione sociale e dell’associazionismo, per interventi innovativi e sperimentali nel settore dei servizi sociali e delle politiche familiari e di prossimità. Uno dei temi decisivi nel 2019 sarà poi quello delle Politiche Abitative, anche perché arriverà a compimento il contenuto della nuova legge regionale 16/2016. E’ stata creata una task force interna al Comune, con l’Assessore Michele Gennuso ed il delegato alla casa Emanuele Coti Zelati, la quale, accanto al piano per il recupero delle morosità ed ai sopralluoghi nei complessi di case popolari, punta a maggiore efficacia degli interventi di  Aler, ma anche ad individuare un nuovo modello gestionale, alla luce della nuova norma, che prevede come bacino d’azione sul tema dell’abitare sociale l’ambito distrettuale e non più il solo Comune. Le politiche educative sono una declinazione di una più ampia azione volta alla Coesione sociale, che nel 2019 punterà in particolare a valorizzare e consolidare le reti di quartiere. Da ultimo, con le Politiche Giovanili, L’Assessorato continuerà a promuovere anche con i più giovani percorsi educativi, all’insegna di, partecipazione, formazione, apprendimento. In tale direzione, accanto agli strumenti consolidati quali l’Orientagiovani e di recente istituzione quali lo Sportello Lavoro, coordinato insieme all’Assessorato all’Istruzione, la nuova frontiera della Consulta dei Giovani, che già dal primo anno si è imposta come luogo di incontro e confronto fra i giovani ma anche con le Istituzioni Cittadine.

 

L’Assessorato alla Cultura e al Turismo anche in considerazione del boom di turisti e visitatori registrato nel 2018, continuerà a mettere le politiche culturali al centro delle proposte e degli strumenti di attrattività del nostro territorio, avviando anche, con le principali agenzie culturali cittadine (Fondazione San Domenico, la Pro Loco ma anche con REI – Reindustria e Innovazione e CCIAA), un percorso di studio e di approfondimento per definire la “brand identity” della Città e del Territorio, proprio in chiave di Marketing territoriale.  La dotazione assegnata corrisponde a quella iniziale del 2018, ma sono già state impostate azioni e progettualità per le quali l’Assessore Emanuela Nichetti ed il suo staff intendono intercettare risorse e finanziamenti terzi, come avvenuto con successo anche nel precedente esercizio. Confermiamo attenzione alla Biblioteca “Clara Gallini”, punto di riferimento culturale e sociale di “Crema città che legge”, servizio che sta potenziando iniziative culturali ed attività didattica, ma punta anche ad ampliare l’orario della sala studio, rifunzionalizzando in tal senso i locali che saranno lasciati liberi dal trasferimento dell’Orientagiovani. Anche il Museo Civico, ora dotato di conservatore museale e in fortissima crescita di visitatori, si conferma una realtà di grande dinamismo e intende rendere disponibili nuovi spazi aggregativi ed educativi, che nel 2019 vedranno interventi anche sul piano dell’infrastruttura, grazie a finanziamenti ottenuti dalla Fondazione Cariplo, ma anche alla destinazione di risorse proprie di bilancio, con una riqualificazione nella direzione del coworking. Rivendichiamo con forza come questo luogo sia tornato il cuore pulsante della cultura e della socialità cittadine, ci auguriamo che il dibattito sulla cultura non si immiserisca sempre sulle spese di questo Centro di Costo, perché sarebbe miope ed ingeneroso, oltre che pretenzioso anche solo pensare che questo possa essere un servizio in pareggio. La vitalità dell’assessorato trova conferma e testimonianza nella relazione dell’Assessore, ricchissima di indicazioni e dettagli, della variegata attività di produzione, promozione, valorizzazione, partnership finalizzata ad arricchire il mondo culturale cittadino.

 

Non viene meno l’attenzione al mondo della Scuola dell’Assessorato di Attilio Galmozzi, con un marcato protagonismo che l’Ente Locale intende giocare anche sul fronte della effettività del diritto allo studio e l’assistenza all’autonomia personale di bambini e ragazzi con certificazione (S.A.A.P.), che vede in questi anni molto incrementato il fondo dedicato, ma anche l’impostazione di sperimentazioni volte ad efficientarne e personalizzarne l’impiego. Costante l’attenzione all’integrazione scolastica dei bambini italiani e stranieri, oltre che ai temi dell’orientamento scolastico e al mondo del Lavoro. L’Assessorato nel 2019 punta a consolidare il relativo Sportello Lavoro con un aumento delle ore di presenza della responsabile. Il servizio registra dati di afflusso incoraggianti, con circa un migliaio di utenti l’anno, per questo, nato come “spin off” dell’omologa realtà del Comune di Cremona, ora punta ad un accreditamento autonomo nel 2020. Egualmente, proprio per valorizzarne l’attività, il 2019 ne vedrà lo spostamento presso gli uffici di piazza Duomo che originariamente ospitavano l’Orientagiovani, di cui questo sportello è una evoluzione in chiave 2.0.

 

Sul fronte dei Lavori ed Opere Pubbliche, il 2019 vedrà la concretizzazione di molti interventi progettati e banditi nel 2018 ed ora cantierabili: il bike sharing e la ciclo stazione, il car sharing elettrico, la riqualifica della viabilità all’incrocio fra via Cremona e Via Cadorna, il parcheggio dietro il Park Hotel, il rifacimento di alcune coperture al Museo Civico ed al Cimitero Maggiore di Crema, il tratto ciclabile in Via Treviglio, i varchi della ZTL, la riqualificazione di Piazza Garibaldi. Il progetto Crema 2020 resta strategico per l’Amministrazione e, accanto al presidio sugli interventi già affidati del “lotto 1”, massima sarà l’attenzione per dare attuazione alla convenzione con Regione ed Rfi il sottopasso veicolare, come da relazione dall’Assessore Fabio Bergamaschi, che ovviamente descrive anche i contenuti del Piano Opere Pubbliche 2019, su cui si soffermerà anche la relazione dell’Assessore Cinzia Fontana, e che vedono prioritari interventi su edilizia scolastica, ciclabili, abbattimento barriere architettoniche, nonché graduale riqualificazione delle pensiline del Mercato di Via Verdi e delle Mura Venete. Anche l’impiantistica per lo Sport, seguita anche dal delegato allo Sport Walter Della Frera, secondo le coordinate del programma di mandato che a loro volta si rifacevano agli Stati Generali dello Sport, ha già trovato spazio nel 2018 con la realizzazione del Play Ground in Via Bramante ed  primo lotto della Pista di Atletica e vedrà ora la realizzazione della illuminazione. Il 2019 ci vedrà prioritariamente impegnati a dare corso alla acquisizione dal Demanio del Velodromo Pierino Baffi e al conseguente intervento di riqualificazione da parte del Coni, grazie al finanziamento completo dell’intervento ottenuto dal Bando Sport e Periferie, per un importo di 1,8 milioni di euro.

 

La programmazione sul tema dell’Ambiente dà continuità e concretezza ai dettami del P.A.E.S., del P.U.M.S. e del P.R.I.C. già approvati nel quinquennio precedente, che individuano misure e orientamenti dell’Amministrazione circa l’abbattimento delle emissioni atmosferiche e dei consumi energetici, nonché l’efficientamento degli edifici e degli impianti pubblici. In tal senso ci orienteremo ad iniziativa di project financing, proprio finalizzata ad un corposo intervento di efficientamento energetico sui plessi comunali.  E’ entrato nel vivo nel 2018, come da relazione di Matteo Gramignoli, il nuovo contratto per l’Igiene Ambientale, con le novità di un più marcato ricorso alla figura dell’agente ambientale e la preparazione all’avvio della “tariffa puntuale”, che intende incidere sui comportamenti, gli stili di vita e le buone prassi dei cittadini. Al medesimo obiettivo concorrono iniziative quali le EcoAzioni con Fiab ed altri interventi mirati nelle scuole, che intendono promuovere sensibilità, cultura, consapevolezza più marcate e condurre a un complessivo miglioramento della qualità dell’ambiente in cui viviamo.  La parte della relazione afferente il Commercio mette in luce le azioni volte a promuovere l’attività e l’attrattività commerciale del nostro Territorio, con il sostegno al Made in Crema, il progetto Sto@, il tavolo delle associazioni di categoria del commercio, la valorizzazione della tradizione gastronomica locale ed alcune iniziative dedicate, i mercatini, anche in località decentrate per non sovraccaricare Piazza Duomo, la revisione dei plateatici, la segnaletica commerciale e il Natale 2019.

 

Da ultimo, anche la Pianificazione territoriale intende porre il Comune non tanto nel ruolo di “controllore” dell’iniziativa privata sul territorio, quanto piuttosto in quello di soggetto che ricerca la visione progettuale complessiva e condivisa della “città pubblica” e che si impegna per attivare strumenti di promozione dello sviluppo territoriale. Accanto alle azioni di monitoraggio, funzionali all’aggiornamento del PGT nel corso del 2020, proseguirà anche il presidio dei piani attuativi convenzionati, per i quali rimandiamo alla Relazione dell’Assessore Cinzia Fontana , che ne offre una elencazione puntuale, con particolare attenzione agli Ambiti di Trasformazione Urbana, che rappresentano un interesse prioritario, perché costituiscono, come afferma il documento di Piano, il “serbatoio delle aree strategiche per il rinnovamento dell’intero tessuto comunale”. Precipua attenzione all’A.T.U. 02 Nordest, per gli sviluppi di Crema 2020, ma anche all’A.T.U. 05  Via Colombo, per il quale l’Amministrazione intende avviare nel 2019 un bando per raccogliere manifestazioni di interesse, volte a verificare condizioni e progettualità per una riqualificazione dell’area.  Una rinnovata attenzione verrà dedicata all’A.T.U. 07 Stalloni, riprendendo le interlocuzioni con la Regione per una valorizzazione dell’intero comparto.  L’Assessorato seguirà, fra gli altri,  gli sviluppi dell’aggiudicazione e concessione del diritto di superficie sul plesso dell’ex Tribunale di Crema, in concomitanza con la proposta di una funzionalizzazione di tipo sanitario e socio sanitario e si applicherà su nodi complessi e fermi da anni quali la Pierina e l’ex Anas a Castelnuovo.

 

 La prospettiva territoriale, che vede Crema con funzioni di capofila nel territorio Cremasco, è una categoria con cui interpretiamo moltissime azioni di settore già intraprese, perché riteniamo che il ruolo di leadership e di servizio della nostra Città sia una sua vocazione decisiva, da giocare appieno nell’ambito delle società partecipate, del welfare, della cultura, dell’economia e del lavoro, ma anche sul piano degli assetti amministrativi, su quello urbanistico, ed a livello di infrastrutture, mobilità e trasporti ed ambiente. In questa chiave vanno lette le politiche strategiche dell’Area Omogenea Cremasca, quelle relative alle Società Partecipate, così come quelle legate ai temi dell’Economia, dello Sviluppo Territoriale, dell’Università e della Attrattività, fortemente legate ad azioni ed iniziative che chiamano in causa non solo un livello di compartecipazione con i Comuni dell’Area Omogenea, ma anche una forte corresponsabilità e condivisione con le realtà socio economiche, imprenditoriali, categoriali del Territorio, per politiche davvero unitarie e significative. Ciò che sta effettivamente avvenendo con la sfida del Tavolo provinciale della Competitività e le sue declinazioni, cui il Comune di Crema contribuisce fattivamente.

 

Ci spenderemo anche sul fronte della Sicurezza, offrendo il nostro apporto alle azioni interforze sotto l’egida di Questura e Prefettura, ma proseguendo il potenziamento dell’organico della Polizia locale, anche grazie alla graduatoria derivata dal concorso pubblico espletato nel 2018, che ha già dato modo di potere integrare l’organico con 5 nuove unità. Relativamente alla nuova Caserma dei VV.FF., approvata la nuova convenzione con il Ministero dell’Interno e S.C.R.P., il 2019 sarà l’anno della progettazione definitiva e della gara per l’assegnazione dei lavori, che contiamo possano iniziare per la fine dell’esercizio. Uguale attenzione verrà accordata in generale, perché tutte le risorse umane e le strutture delle FF.OO. assegnate al Cremasco vengano mantenute tali, se non potenziate. Completa il quadro della sicurezza il mantenimento della sede e della dotazione assegnata al gruppo di Protezione Civile “Lo Sparviere” presso il Comando della PL, gruppo che coordina la protezione civile in una ventina di comuni del Territorio e che ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti a livello regionale e nazionale e con il quale, nella prossima primavera, organizzeranno incontri tematici nei quartieri per incrementare la cultura della sicurezza e sollecitare possibili adesioni da parte dei cittadini.

      

              Concludo ringraziando il Dott. Ficarelli così come il Segretario generale, i dirigenti, i funzionari e tutti i nostri collaboratori in Comune, per il lavoro quotidiano che viene portato avanti. Il 2018 è stato un anno molto denso, che ha visto arrivare a maturazione progettualità perseguite da anni, e si sono richiesti sforzi aggiuntivi, per contro una serie di pensionamenti nelle fila del personale comunale, cui ad ora non si è ancora sopperito,  ha decisamente  appesantito il lavoro di chi è rimasto, richiedendo un maggiori fatiche quotidiane. L’imminente avvio del Nuovo Sportello Unico al Cittadino, frutto di un grande sforzo davvero corale di molti uffici e servizi, primi fra tutti i Demografici, l’URP e la Portineria,  ma anche il CED e l’Ufficio Tecnico Comunale per i risvolti strutturali, ha assorbito molte energie sotto il coordinamento del dr. Stanghellini e del Segretario . Un Comune sempre in movimento, che costringe ad un perenne dinamismo anche tutti i nostri collaboratori. Siamo consapevoli che, senza la loro dedizione e la loro competenza, l’azione politica sarebbe mortificata e resa vana. Per questo, grazie davvero a tutti e a tutte.

(Visited 96 times, 14 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *