Casale Cremasco Vidolasco, 300 mila euro dalla Regione per finanziare una struttura polifunzionale infermieristica

Casale Cremasco Vidolasco, 300 mila euro dalla Regione per finanziare una struttura polifunzionale infermieristica

Dalla Regione arrivano 300 mila euro per finanziare una struttura polifunzionale che ospiterà varie attività, tra le quali anche una serie di ambulatori medici e infermieristici.

Sorgerà su un’area di proprietà del comune.

L’idea di uno spazio polifunzionale è nata lo scorso anno.

Poi, riflettendo sull’emergenza covid 19,  si è arricchita della parte sanitaria.

Dopo una fase esplorativa e di studio attraverso vari contatti con esperti, è stato deciso di passare al progetto di massima redatto dall’architetto Bruno Ferrari, con la collaborazione del tecnico comunale, Antonio Moretti.

Per quanto concerne la parte sanitaria sono stati ascoltati alcuni operatori del settore tra i quali Francesca Patrini, uno dei due medici di base operanti sul territorio comunale.

La scelta di un centro polifunzionale con una componente sanitaria  è scaturita dalla considerazione che la medicina del territorio è uno tasselli fondamentali per garantire il diritto alla salute sancito dalla costituzione.

Ora l’unico modo che il comune dispone per favorire la concretizzazione di questo concetto è la possibilità di offrire degli ambulatori idonei ai medici e a infermieri per svolgere in un ambiente confortevole e attrezzato l’attività di loro competenza.

Nel frattempo si è pensato che lo stesso edificio avrebbe ospitato in un’ottica socio-sanitaria alcune attività legate al sociale e al volontariato, senza dimenticare uno spazio per l’effettuazione di prelievi e la raccolta di esami, per il successivo inoltro ai laboratori di analisi

Il contributo è stato sollecitato alla Regione dal consigliere regionale pentastellato Marco degli Angeli, insieme al suo collega Andrea Fiasconaro.

«Il Comune – sottolinea il sindaco Antonio Grassi – li ringrazia per avere seguito l’operazione in maniera costante e precisa. Ringrazia anche i funzionari regionali ai quali erano stati chiesti dei consigli tecnico-burocartici. E’ un intervento che guarda al futuro e un modo pragmatico per  affrontare e risolvere alcuni dei  bisogni dei cittadini».

De Angeli e Fiasconaro hanno presentato un ordine del giorno in Regione con la richiesta di 300 mila euro da prelevare da Fondo per interventi per la ripresa economica.

L’ordine del giorno è stato approvato.

Ora il comune completerà la parte burocratica e incaricherà l’architetto Ferrari di redigere il progetto esecutivo per iniziare i i lavori entro la fine del prossimo anno, come previsto dalle disposizioni legate al contributo approvato.

L’edificio ha un lotto di partenza di circa mq 1.755 e occupa una superficie coperta di circa mq 600. Le finiture prevedono una copertura in lastre di rame con struttura in legno, un porticato in struttura metallica zincato e verniciato con soprastante vetro stratificato, murature d’ambito intonacate e rivestite negli angoli nelle colonne in mattoncini di cotto.

(Visited 16 times, 16 visits today)