Crema 2020: i passaggi amministrativi

Crema 2020: i passaggi amministrativi

In data 16 Ottobre 2017 è stato sottoscritto il verbale di consegna lavori alla presenza del Direttore dei Lavori e della Ditta Geo Cantieri del Geom. Leo Luigi assegnataria dell’appalto.
Come da articolo 35 comma 18 e dell’art. 26 del CSA, si è provveduto alla anticipazione del 20% del prezzo, pari a 171.982,73 euro oltre IVA al 10%, depositando idonea polizza fidjussoria e con fatture n. 36 del 17 Ottobre 2017 e 2 Novembre 2017 l’ufficio tecnico liquidava le stesse, come previsto dalla norma.

A seguito del deposito della documentazione relativa alla contabilità, eseguita dal Direttore dei Lavori (esterno) in data 9 Luglio 2018 con determina n.811 è stato approvato il SAL n. 1 e certificato di pagamento per un importo 200.431,19 euro compresi oneri della sicurezza. Da tale valore si è proceduto a trattenere la quota relativa al 20%, per l’anticipo già effettuato, risultando così liquidabili 159.376,67 euro oltre iva 10% (per complessivi

175.314,38 euro), da cui le fatture liquidate  n. 38/18 del 27 giugno 2018 per un importo di € 65.314,34 e la fattura n. 39/18 del 27 giugno 2018 € 110.000,00.

Il totale fatturato alla Geo cantieri è perciò: 364.495,34 euro.

 

Nessun altra fattura è stata liquidata alla Ditta Geo Cantieri in quanto non ha maturato l’importo minimo previsto nel Capitolato d’appalto per procedere all’approvazione del SAL successivo.

Sono state, inoltre, liquidate le fatture al Direttore lavori per 2.867,49 euro Fattura n. 7 del 14 Novembre 2018 quale primo Acconto, al Coordinatore della Sicurezza per 1.693,15 euro Fattura n. 5/E/2018 in data 2 Luglio 2018 relativa al primo acconto e al Collaudatore per  1.141,92 euro Fattura n. 3/18 in data 5 Luglio 2018 relativa al primo acconto.

In data 29 Gennaio 2018 è stata approvata la modifica al progetto esecutivo con delibera di Giunta Comunale n. 42. Successivamente con atto ufficiale si autorizzavano delle modifiche esecutive ai sensi del D.Lgs 50/16, concedendo una proroga dei tempi di ultimazione dei lavori di gg. 60 dovuti alla richiesta di demolizione muro per il sottopasso ed alle modifiche

attuate a seguito della sopracitata delibera di Giunta.

CESSIONE DEL CREDITO

 

L’operatore economico ha attuato la possibilità, concessa dall’art. 106, comma 13 del decreto legislativo 50 del 18 aprile 2016, di cedere il credito, certo ed esigibile, che ha nei confronti del Comune di Crema, i cui crediti ceduti sono sorti dal contratto stipulato nell’esercizio dell’impresa. Il principio che sottende tale istituto è inteso ad evitare che, durante l’esecuzione del contratto, possano venire a mancare i mezzi finanziari al soggetto obbligato alla prestazione in favore della pubblica amministrazione.

Non essendo state previste eventuali clausole limitative nel bando e nei documenti di gara, non sono stati ravveduti motivi ostativi per non accogliere tali richieste. In particolare, i contratti per le cessioni di credito sono stati stipulati mediante atto pubblico e sono stati notificati al Comune ed i cessionari sono banche.

 

Riscontrando la avvenuta cessione del credito il Comune ha precisato alle Banche cessionarie che in ogni caso le liquidazioni degli importi sarebbero comunque state effettuate sulla base dei S. A. L. effettivamente venuti a maturazione.

Le ulteriori fatture pervenute da Geo Cantieri al Comune non corrispondenti a S. A. L. sono state respinte prontamente dal dirigente e di tutto questo già nel settembre 2018, come agli atti documentato, sono stati informati gli Istituti di credito cessionari, che nulla possono vantare nei confronti del Comune di Crema.

Tutti i passaggi sopra descritto trovano corrispondenza in atti e documenti del Comune.

(Visited 68 times, 9 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *