E adesso però: treni e ferrovie sicuri per tutti che la Lombardia non può avere due velocità e i pendolari meritano rispetto

E adesso però: treni e ferrovie sicuri per tutti che la Lombardia non può avere due velocità e i pendolari meritano rispetto

Allora Gianni Risari (voce garbata e rassicurante) fa giustamente notare che, in occasione della cosiddetta (doverosa e da rispettare anche se non si chiamava proprio così) “Giornata della Memoria” (31 gennaio) per ricordare le vittime, i feriti e i pendolari del disastro ferroviario dello scorso 25 gennaio, ecco Beatrice, studentessa pendolare finalmente ha trovato un convoglio pulito, puntuale, sicuro e nuovo.
Innanzitutto considerando che la Lombardia è una regione trainante, i convogli ferroviari dovevano essere così da una vita. Ciò detto che lo siano, così moderni … d’ora in avanti. No?

Stefano Mauri

(Visited 134 times, 3 visits today)