La Cremonese esonera mister Mandorlini e affida la panchina a Rastelli

La Cremonese esonera mister Mandorlini e affida la panchina a Rastelli

Quindi a mister Andrea Mandorlini fatali furono … zuppa e salamini dei Morti. E … così il panettone se lo mangerà il nuovo trainer Massimo Rastelli, colui il quale dovrà raddrizzare la strada, una rotta diventata contorta, dopo un avvio incoraggiante, nelle ultime settimane.

Sì perché aldilà del suo carattere particolare, di un feeling mai decollato con la tifoseria e la dirigenza, il buon Mandorlini, dai… tutto sommato non era partito malaccio. Infortuni, sterilità offensiva, difensivismo esasperato, integralismo tattico poi hanno mischiato le carte complicando le cose a una squadra da playoff trovatasi però quasi subito in difficoltà.

E Rastelli l’uomo giusto con cui ripartire? Ad Avellino e Cagliari il tecnico pupillo del giornalista (grande esperto di calciomercato) Michele Criscitiello male non aveva fatto. Tutt’altro. Particolare non indifferente, ecco a differenza del successore Mandorlini, arrivato la scorsa primavera in sostituzione dell’esonerato (e rimpianto assai) Tesser, Rastelli è stato scelto direttamente dal general manager Armenia e dal direttore sportivo Rinaudo, ergo la strada per lui, pur non semplice, parte in difesa. No?

E sabato pomeriggio, alle 15.00 allo Zini (il meraviglioso popolo grigiorosso merita applausi e tifo) arriva il nobile decaduto, malmesso in graduatoria quindi desideroso di rivalsa, Livorno, team comunque da affrontare col coltello tra i denti e la guardia alta. Ma … vedrete, Castrovilli e soci, orfani di Mandolini all’appello risponderanno presente.

Stefano Mauri

(Visited 20 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *