La scrittrice Anna Zanibelli, coi suoi libri, svela i segreti nostrani, tipo il Mistero del Tunnel (e del tesoro Templare) di Madignano…

La scrittrice Anna Zanibelli, coi suoi libri, svela i segreti nostrani, tipo il Mistero del Tunnel (e del tesoro Templare) di Madignano…

In paese, se ne parla da una vita poiché l’argomento tira, attira e attrae. Varie leggende metropolitane, o meglio, paesane, accostano l’esistenza del tunnel, alla possibile presenza, in territorio cremasco madignanese, del misterioso, mistico (mai trovato?) tesoro dei Templari. Il tutto, senza dimenticare le rilevazioni di importante attività magnetica, rilevata pure dall’esperto di Mistery Gianpaolo Saccomano, proprio nei terreni vicino al Marzale. Insomma, il mistero del tunnel che collegava l’antica abbazia benedettina alla cascina dei Frati, un passaggio sotterraneo di circa tre chilometri, realizzato secoli fa, che nessuno è mai riuscito a trovare, ma del quale in tanti, nel Cremasco parlano della sua esistenza, fa sempre audience. E del mistero di Madignano, si è parlato pure venerdì scorso 5 aprile, con Paolo Marchesi, in occasione della presentazione del libro ‘Il quadrato magico’ di Anna Zanibelli, la scrittrice che sta raccontando, coi suoi libri, i misteri della provincia di Cremona e del Granducato del Tortello. Ah …l’antica abbazia era ubicata vicino all’attuale chiesa parrocchiale, mentre la cascina dei Frati è in quel territorio di mezzo, tra il confine di Madignano e Ripalta Arpina, vicino al santuario del Marzale. A cosa serviva il passaggio segreto? Il monastero benedettino fu costruito nell’XI secolo, la galleria sotterranea partiva dalla cantina e permetteva ai frati benedettini, o a qualche misterioso ospite, di scappare in campagna in caso di pericolo o necessità. Col passare degli anni, il tunnel, in disuso, chissà, potrebbe essere crollato. Purtroppo, l’Abbazia, se più o meno, esternamente è ancora simile a com’era, all’interno è stata in buona parte ristrutturata, perdendo il suo antico fascino. I monaci lasciarono Madignano nel 1450, e il loro priorato fu praticamente assorbito dalla chiesa parrocchiale allestita nel 1494.

stefano mauri

(Visited 16 times, 16 visits today)