Sussurbacco, grappa Diciotto Lune? Gioiello che illumina della distilleria Made in Marzadro

Sussurbacco, grappa Diciotto Lune? Gioiello che illumina della distilleria Made in Marzadro

Questa settimana parliamo di distillati, precisamente parliamo di una Grappa (iniziale maiuscola doverosa) in grado di illuminare lo sguardo, accendere il cuore, emozionare e far tornare, chi, fortunato la prova, a sognare. Non ci credete? Degustare per credere.

Grappa Stravecchia che fa cultura nell’arte del distillare, ottenuta dalla distillazione a bagnomaria, in alambicco discontinuo di 5 vinacce trentine (Marzemino, Teroldego, Merlot, Moscato e Chardonnay), la Diciotto Lune Marzadro (www.marzadro.it) affina serenamente in piccole botti di ciliegio, frassino, rovere e robinia, beh invecchiando (di conseguenza) in beata solitudine per 18 mesi.

Così il profumo diviene intenso, etereo, armonico; il gusto si fa morbido, elegante, setoso, seducente, avvolgente, intrigante, affascinante, ammaliante, illuminante, emozionante … insomma, poeticamente abilitato a… far godere l’anima. Il colore? Splendidamente ambrato. Particolare non indifferente: è solo e soltanto il Maestro distillatore che determina, seguendo tutte le fasi evolutive, il blend ideale, la maturazione ottimale e la perfetta armonia tra legno e grappa. Ergo la Diciotto Lune Marzadro, unica, raffinata, fantastica, meravigliosa è una grappa da meditazione che incanta senza stancare, sorprendentemente in grado di fissare momenti piacevoli e caratterizzare importanti eventi da celebrare.

Perfetta per essere bevuta da sola, la Diciotto Lune col sigaro va a braccetto, l’importante è sceglierne uno italiano, magari non particolarmente aggressivo, ottima in prospettiva, questa prerogativa, per aumentare le sensazioni di piacevolezza scaturire da questo matrimonio perfetto.

Stefano Mauri

 

(Visited 52 times, 3 visits today)