Una lista di musicisti classici cremaschi sul sito della Pro Loco

Una lista di musicisti classici cremaschi sul sito della Pro Loco

Il sito della Pro Loco riporta una interessante lista con brevi note biografiche dei musicisti classici della nostra città. Ve la proponiamo.

Crema è città ricca di tradizioni musicali : un primo organo era già funzionante nel 1300 mentre nel 1467 la città stipendiava un organista e nel 1567 anche un maestro di cappella ed alcuni musici.

I principali artisti sono: Giovanni Maria da Crema (non si hanno dati sicuri sulla sua vita) liutista e compositore, nel 1510 prestò servizio presso la corte di Urbino passando poi a quelle di Mantova, di Roma e di Venezia.

Giovan Battista Leonetti (1575-1630) monaco agostiniano ed organista, compose e stampò il primo libro di madrigali e di messe ad otto voci.

Giovan Battista Caletti Bruni (1577-1642)  organista, compositore, maestro di cappella della Cattedrale, è ricordato anche come padre di Pier Francesco che a Venezia ebbe un ruolo fondamentale nello sviluppo del melodramma italiano accanto al suo maestro Monteverdi.

Orazio Scaletta (ca.1550-1630) compositore e maestro di cappella della Cattedrale, a Venezia ed in molte città lombarde, ha lasciato un’opera didattica “Scala di Musica” che fu apprezzata da molte generazioni di musicisti.

Pier Francesco Caletti Bruni (1602-1676) fu condotto, ancora giovinetto, a Venezia dal podestà Federigo Cavalli, per migliorare le innate capacità musicali e gli diede anche il proprio nome.

Francesco Cavalli organista, compositore e maestro di cappella a San Marco. Giuseppe Gazzaniga (1743-1818), di origini veronesi, rimase a Crema per 25 anni come maestro di cappella del la Cattedrale. Compose oratori, musica sinfonica e sacra e numerose opere fra le quali spicca il “Don Giovanni Tenorio” .

Stefano Pavesi (1779-1850) musicista e compositore, studiò al conservatorio S. Onofrio di Napoli con N. Piccinni completando gli studi a Crema con G. Gazzaniga.  Maestro di Cappella dal 1818 al 1850 compose  musica sacra e profana e più di 50 opere. Fu direttore del Teatro di corte a Vienna.

Giovanni Bottesini (1821-1889) contrabbassista, direttore d’orchestra, compositore, fu avviato alla musica da uno zio violinista nella cappella della Cattedrale di Crema. Studiò e si perfezionò nel contrabbasso al Conservatorio di Milano. Le sue composizioni, eseguite con strabiliante virtuosismo, gli fecero acquistare celebrità mondiale. Dietro invito di Giuseppe Verdi, diresse la prima dell’Aida al Cairo e, successivamente, divenne direttore del Conservatorio di Parma. Nel suo nome la città di Crema organizza, con cadenza triennale, un concorso internazionale per contrabbassisti.

Vincenzo Petrali (1832 – 1889) compositore e maestro di cappella fu un virtuoso organista e si affermò nelle composizioni per organo, rimarchevoli per misura ed eleganza, seguivano lo stile operistico imperante nella metà dell’ottocento. Insegnò negli Istituti musicali di Bergamo, di Brescia e di Pesaro.

Giuseppe Carcano (1703-1779) organista, compositore e maestro della cappella degli Incurabili a Venezia.Brigitta Banti Giorgi (1757-1806) soprano, nota nei teatri europei.

Giuseppe Benzi  organista, compositore e maestro di cappella della Cattedrale.

(Visited 333 times, 102 visits today)