Asso Assandri: “Gnocca Cremasca, Salva, Soncino e Ronco Calino che libidine”

Asso Assandri: “Gnocca Cremasca, Salva, Soncino e Ronco Calino che libidine”

“E così vai a cercare fortuna in America, ma ti accorgi che l’America sta qua”… Cantava più o meno così, in una delle sue tante canzoni pop, il mitologico Toto Cutugno, Eccellenza italica da esportazione a torto sottovalutata. Ebbene ma è così anche oggi? Ne abbiamo parlato con l’ingegner Piergiorgio Assandri detto Asso, cervello cremasco in trasferta da tempo, per motivi di lavoro, in quel di Chicago. Nota a margine, “Giorgio” ha un fratello Dj, vale a dire Gregorio Assandri alias Irregular Disco Workers, giramondo pure lui per portare appunto in giro la sua musica e i suoi lavori. Ma torniamo a questioni prettamente … statunitensi o quasi con l’ingegnere aereospaziale “Asso” Assandri.

Il Tortello Cremasco troverebbe gradimento negli Usa?

Può essere, ma per quanto mi riguarda preferisco la “Gnocca Cremasca” di Antonio Bonetti, piatto sorprendente che abbinato a uno spumante Franciacorta Docg Ronco Calino di quelli giusti, sì, potrebbe aprire scenari. E così il Salva Cremasco Dop… che libidine!

Sai che il cuoco Sergio Brambini ha detto che ci vorrebbe un ingegnere per brevettare Tortelli Cremaschi da esportazione?

Ah sì! Magari inizierò a pensarci.   

Come vedi Crema e l’Italia dagli Usa?

Ecco forse rispetto ai fasti champagne d’un tempo la situazione generale è più tranquilla, ma si sta sempre bene sulle rive cremasche del fiume Serio. In America su tante cose sono e saranno avanti, penso ad esempio a politiche sulla mobilità (quindi l’assessore Fabio Bergamaschi è sul pezzo, ndr), per non parlare di lavoro e occupazione, ma noi italiani, quando e se vogliamo abbiamo una marcia in più. Certo dobbiamo volerlo, dovremmo svegliarci!

Pare tu stia lavorando a un progetto segreto negli Stati Uniti, è vero?

L’hai detto tu sembra ed è segreto, ergo no comment.

Parlami della nightlife statunitense…

Vivo nei dintorni di Chicago, città stupenda e da visitare, quindi parlo della mia esperienza e dico notte viva e frizzante per quanto riguarda la metropoli dell’Illinois, ma buio profondo e calma piatta in periferia. Rockford per esempio, la mia cittadina, è nettamente meno frizzante, per tanti e certi aspetti, rispetto a … una Crema in flessione. Ah applausi a Lodi e Soncino città in magnifica ascesa..    

Stefano Mauri

(Visited 76 times, 11 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *